Sanità e servizi: entro il 2015 sarà attivo il pagamento online del ticket sanitario

Annunciata in Regione la sperimentazione della piattaforma Iris per le Asl di Arezzo ed Empoli, con l'intenzione di estendere il servizio a tutta la Toscana in un anno. Il sito multicanale permetterà di pagare più tributi con risparmio di tempo e denaro

Pagare tributi e servizi senza fare un minuto di coda allo sportello. E' questa la prospettiva futura che potrebbe avverarsi nei prossimi anni in Toscana ed a Pisa, con la sperimentazione avviata del sistema Iris, la piattaforma multi-canale di incasso e pagamento realizzata dalla Regione Toscana insieme a TAS spa. Al momento è possibile pagare il ticket sanitario comodamente davanti al proprio computer per le Asl 8 di Arezzo e l'Asl 11 di Empoli, ma è in programma l'estensione del progetto a tutto il territorio regionale entro la fine del 2015. Non si sa ancora di preciso quando il nuovo servizio sarà disponibile a Pisa.

Le applicazioni possibili sono molteplici. Accedendo tramite autenticazione della propria tessera sanitaria, sia dal portare della Regione sia dall'apposito sito "Open Toscana", una volta implementate le funzionalità sarà possibile pagare beni e servizi erogati dagli enti pubblici locali come bollo auto, multe e mensa scolastica, oltre chiaramente al ticket delle prestazioni sanitarie. Sarà possibile verificare la propria posizione debitoria e versare il denaro in una unica soluzione, riducendo i costi delle commissioni. Benefici poi sia per i cittadini in fatto di tempo impiegato che per le amministrazioni, capaci di monitorare praticamente in tempo reale i flussi finanziari. Sviluppabili anche metodi per la partecipazione diretta dei cittadini ai processi partecipativi sui progetti riguardanti il territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto alla presentazione della sperimetnazione del sistema Iris l'assessore alla presidenza e ai sistemi informativi Vittorio Bugli: "Un altro passo avanti verso una Toscana sempre più online e innovativa; contiamo di andare a regime anche in tutte le altre aziende entro la fine del 2015. Il passo successivo sarà quello di mettere on line anche i tributi comunali. E' una bella sfida, che mira a semplificare la vita dei cittadini toscani e il loro rapporto con la pubblica amministrazione, consentendo di accedere a una pluralità di servizi. Per questo è nata Open Toscana, per rispondere a un'esigenza sempre più alta, grazie alla diffusione ormai capillare di smartphone e tablet, di servizi in mobilità, con sportelli virtuali facili da usare e in grado di svolgere in pochi minuti quello che fino a poco tempo fa richiedeva tempi biblici e magari anche qualche arrabbiatura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento