Lutto al Sant'Anna: è scomparso il professor Paolo Carrozza

Il docente Diritto costituzionale all'Istituto Dirpolis si è spento a 66 anni dopo una lunga malattia

E' scomparso all'età di 66 anni il professor Paolo Carrozza, ordinario di Diritto costituzionale all’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna. Era fratello dell'ex rettrice e ministro Maria Chiara Carrozza. Si è spento dopo aver lottato contro una malattia. La Scuola Superiore Sant'Anna ha previsto una cerimonia di saluto per mercoledì 11 settembre alle ore 16. La rettrice Sabina Nuti e tutta la comunità dell'università si stringono alla famiglia.

"La scomparsa di Paolo Carrozza - ha scritto in una nota il capogruppo del Pd Giuliano Pizzanelli - è una grave perdita per tutta la Città. Paolo è stato un uomo di grande cultura con un ricchissimo bagaglio di studio e con una grande dedizione alle tematiche giuridiche. Averlo conosciuto e frequentato, innanzitutto in Università, ha certamente contribuito ad arricchire il mio patrimonio di conoscenze e di relazioni. Paolo è stato però anche un uomo impegnato nelle Istituzioni e, come vicesindaco della Giunta Floriani negli anni 1994-98, ha contribuito alla soluzione di tanti problemi. Come esempio voglio ricordare, da un lato, la cura che dedicò al riordino delle Aziende partecipate del Comune e al loro rafforzamento in un quadro di più stretti rapporti di collaborazione; dall’altro, l’attenzione che ebbe nei confronti dei temi della partecipazione e del coinvolgimento dei cittadini nelle scelte pubbliche. Un saluto affettuoso ed un abbraccio commosso, a nome del Gruppo consiliare del PD, a tutti i familiari".

Il ricordo dell'ex sindaco Marco Filippeschi: "E' stato un giurista di vasta cultura, di visione progressista coraggiosa, dotato di una straordinaria curiosità intellettuale che lo portava sempre a pensare oltre il presente. Paolo è stato uno dei punti di riferimento per le amministrazioni locali, per tanti amministratori e ha sempre preso parte nella contesa vicenda autonomista. Ha esercitato soprattutto in questo campo anche la professione di avvocato. L'attitudine a non tirarsi indietro e a tradurre in pratica la sua cultura, a metterla a disposizione, ad essere cittadino della sua città, lo portò a fare l'esperienza di vicesindaco di Pisa, a fianco del sindaco Piero Floriani, con impegno e funzioni centrali per il comune. La considerazione non astratta che ha avuto per la funzione del governo locale e per chi la esercita poi lo ha sempre distinto. Negli ultimi anni ho avuto il privilegio di collaborare con Paolo nell'Unione delle Province Italiane e in Legautonomie, per formare i giovani amministratori. Penso che il suo entusiasmo, la sua partecipazione così vicina e autentica e la sua prontissima e stimolante intelligenza non saranno mai dimenticate dai giovani sindaci e consiglieri che lo hanno ascoltato, così come dai suoi studenti. Sento profondamente la perdita di una persona amica, che anche per me era un punto di riferimento sicuro, con la quale condividevo idee e progetti. Rifletto sulla sua umanità, sulla forza con la quale ha vissuto la malattia, sulla sua esemplare vitalità e sulla sua volontà di dare, perché tanto poteva dare. Io e Marzia ci stringiamo con commozione e affetto a Cristiana e a Ilaria, a Chiara e a Gian Pietro. Siamo vicini alle persone che hanno collaborato più strettamente con Paolo, che lo piangono, e ai suoi colleghi della nostra comunità accademica".

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: "Sono addolorato per la scomparsa del professor Paolo Carrozza. Lo conoscevo personalmente e grande è la stima che nutrivo per lui. Avvocato notissimo, grande studioso del diritto costituzionale, convinto europeista attento alla realtà sociale e alla vita quotidiana delle persone, oltre a essere stato un autorevole maestro per molte generazioni di allievi e oltre ad aver affiancato da consulente la Regione Toscana, Carrozza è stato una risorsa importante e preziosa per la politica degli enti e delle istituzioni locali. Ricordo il suo impegno come vicesindaco di Pisa negli anni ‘90, che seppe restituire slancio e ricostruire fiducia tra cittadini e istituzioni in una fase difficile della nostra vita democratica".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento