Lutto al Santa Chiara: è morto il direttore di Neonatologia Paolo Ghirri

Il medico è stato trovato morto nella sua camera d'albergo a Firenze, dove si trovava per un convegno

Il direttore di Neonatologia dell'ospedale Santa Chiara di Pisa, Paolo Ghirri, 62 anni, è stato trovato senza vita stamani nella camera d'albergo in cui alloggiava in Via Santa Caterina da Siena a Firenze. Ghirri si trovava nel capoluogo fiorentino per un convegno medico.
Sul posto sono intervenuti i Carabinieri. Secondo i primi accertamenti, non ci sarebbero segni di effrazione sulla porta della camera. Anche all'interno pare non sia stato rilevato alcunchè di anomalo. Nella stanza i militari dell'Arma hanno trovato soltanto alcuni medicinali per la cura del diabete, malattia di cui pare il medico soffrisse. Si presume dunque che la morte sia imputabile a cause naturali.

La notizia della morte del dottor Ghirri ha gettato nello sconforto tutto l’ospedale di Pisa, il Dipartimento materno-infantile e i colleghi del reparto che lui dirigeva al Santa Chiara, da quando era subentrato al professor Antonio Boldrini, a riposo da circa 2 anni.
Persona di gran cuore, schiva, estremamente gentile nei modi e modesta nonostante il suo grande valore di medico, Paolo Ghirri si era laureato a Pisa nel 1982 e poi si era specializzato in Pediatria, Neonatologia, Endocrinologia e malattie del ricambio. In servizio nella Neonatologia dell’Aoup dapprima come ricercatore e dirigente medico, attualmente come professore associato nel ruolo di direttore, nel suo curriculum anche importanti esperienze all’estero, fra cui un lungo soggiorno alla John Hopkins University di Baltimora (Usa).

“Con Paolo - dichiara il professor Boldrini - ho perso più che un amico, un fratello. Il fratello che non ho mai avuto e che trovavo in lui”.
Una perdita dolorosa anche per il direttore sanitario dell’Aoup Grazia Luchini, che dirige il Dipartimento materno-infantile e ha lavorato a contatto con lui in questi mesi: “In Paolo ho sempre trovato un interlocutore attento e sensibile. Una persona speciale, d’altri tempi. Dedito alla sua missione con scrupolo, impegno, persona di grande umanità, proprio come deve essere chi si prende cura dei più piccoli”.

Paolo Ghirri lascia la moglie e due figli, a cui va l’affetto e la solidarietà della Direzione aziendale e di tutto l’ospedale, in questo momento di grande dolore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Fi-Pi-Li, mezzo pesante a fuoco in galleria: superstrada chiusa fra Pontedera e Montopoli

Torna su
PisaToday è in caricamento