Parcheggi blu a Pratale-Don Bosco, i cittadini: "Stalli stretti e dentro la carreggiata"

Appena disegnati i nuovi stalli di sosta a pagamento e già ci sono problemi. Le prime testimonianze da via Goldoni a Pratale parlano di poco spazio per fare manovra ed uscire dai veicoli, con parcheggi disegnati dentro la carreggiata della strada

Parcheggi blu zona Don Bosco

E' da poco iniziata la fase di realizzazione degli stalli a pagamento a Pratale-Don Bosco e già i cittadini lamentano delle irregolarità. La prima testimonianza arriva da via Goldoni, nell'area del parco al centro della piazza. "Da stamani – racconta una cittadina – stanno aggiungendo posti blu anche nella carreggiata, cosa totalmente illegale". Non si trovano più parcheggi liberi secondo la segnalazione, con difficoltà ulteriori per i nuovi posti: "Aprendo lo sportello si ha difficoltà ad uscire. Essendo una zona residenziale ci sono anche molti anziani che mi sembra non siano contenti".

Gli stalli in questione sono stati disegnati ieri anche in via Baretti e nelle strade circostanti. Un altro cittadino racconta che "già in serata con le auto parcheggiate correttamente era praticamente impossibile uscire dal proprio veicolo. Stamani poi altri stalli davanti ad ingressi pedonali condominiali". Da qua il dubbio: "Siamo sicuri che le misure siano giuste? Sarà bene verificare prima di continuare a spendere i soldi inutilmente".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 13 e 14 luglio

  • Logli condannato a 20 anni: "Non è giusto, non ho fatto nulla"

Torna su
PisaToday è in caricamento