Verso il parco di Cisanello: affidati i lavori di bonifica

Gli interventi prevedono la riqualificazione di un’area di oltre 13mila metri quadrati che verrà resa fruibile alla cittadinanza. L'amministrazione: "Via ai lavori entro l'estate"

Via libera al primo intervento di bonifica del futuro parco di Cisanello. Nei giorni scorsi è stata infatti assegnata la prima parte dei lavori. La ditta incaricata dal Comune è la Italverde Srl, per un investimento di circa 160mila euro (Iva compresa), somma stabilita dopo un ribasso d’asta. "Ora i tempi tecnici perché l’aggiudicazione diventi definitiva - fanno sapere dall'amministrazione comunale - e per la firma del contratto poi l’intervento potrà partire entro l'estate".

Parco di Cisanello: 200mila euro per un primo intervento di bonifica

Questo primo lotto di lavori interessa una superficie di 13.592 metri quadrati di proprietà comunale, che comprende l’area centrale del parco la quale verrà resa fruibile alla cittadinanza. I lavori consistono nella bonifica dell’area con la rimozione dei rifiuti di diversa natura accumulati lungo i bordi, l'eliminazione della vegetazione infestante (salvaguardando quelle specie vegetali spontanee che si reputano valide ai fini botanici e paesaggistici), l’eliminazione delle piante arboree morte o malate, il ripristino dei fossi scolmatori per una migliore regimazione delle acque, l’implementazione della vegetazione arborea e il posizionamento di elementi di arredo urbano come tavoli in legno, bacheche e cartellonistica esplicativa.

Il progetto

Nel concreto gli interventi affidati saranno i primi nel percorso che dovrà portare alla riqualificazione complessiva dell'area, per un investimento previsto di circa 2 milioni di euro. Il progetto è stato elaborato con un percorso partecipativo che ha coinvolto abitanti della zona, Comune, Università, professionisti e associazioni. Una volta terminata la riqualificazione complessiva, da realizzare e finanziare in più lotti, il parco di Cisanello diventerà il più grande parco urbano della città con una superficie che misurerà 10 ettari comprenendo anche l’area dove sorgerà il nuovo Ospedale della Stella Maris.

Una possibile linea di finanziamento per la realizzazione del progetto potrebbe essere quella europea sulle 'infrastrutture verdi'. "Un concetto di verde nuovo sui quali siamo stati tra i primi a muoverci. Su questo fronte - aveva spiegato il vicesindaco Paolo Ghezzi - noi, o quella che sarà la futura amministrazione, potrà concorrere ai finanziamenti, inserendo anche altri importanti progetti che riguardano il verde cittadino, come ad esempio quello per il Parco della Cittadella, o per il vallo del Giardino Scotto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento