Passaggio a livello di via Rindi, turisti sempre nel caos: "E il sovrappasso?"

Interrogazione del consigliere comunale di Nap-Fli-An Maurizio Nerini, che chiede quali siano i piani dell'amministrazione dopo anni in cui il caso si verifica

Cresce il turismo, ma non le dotazioni strutturali per accoglierlo. E' su questo presupposto che il consigliere comunale di Noi Adesso Pisa-Fli-An Maurizio Nerini chiede conto all'amministrazione sui suoi piani per il passaggio a livello di via Rindi, attraversato dai turisti da e per l'area monumentale.

"Prendendo atto che dopo 3 anni - scrive Nerini in un'interrogazione a risposta scritta - come la situazione evidenziata con una interrogazione avente lo stesso oggetto della presente, 'Situazione di pericolo al passaggio a livello di via Rindi', sia diventata ad oggi davvero insostenibile, con un incremento dei numeri dei turisti diretti dal parcheggio scambiatore alla Piazza dei Miracoli e viceversa attraverso il passaggio pedonale di via San Jacopo, via Rindi , via Fedi e via Leonardo da Vinci".

Un flusso di persone che crea disagi alla circolazione, oltre ad essere "una scena non degna di una città turistica, dove centinaia di persone si accalcano vicino alle sbarre in attesa del passaggio del treno sotto un sole cocente d'estate o pioggia battente d'inverno, considerando che spesso viene invasa anche la sede stradale dalla grande massa di persone assiepate".

Nerini inoltre ricorda le passate "risposte avute dall'assessore Serfogli alla detta interrogazione, in cui si dichiarava che una soluzione che prevedesse la realizzazione di un sovrappasso pedonale non aveva uno studio di fattibilità e non era inserito nemmeno nel piano delle Opere Pubbliche e nel contempo che gli interventi del Comune il terminal turistico era previsto nell'area della Caserma Bechi-Luzerna sulla via Aurelia".

Piani che adesso sembrano cambiati, "visto che recentemente abbiamo votato per l'accordo del cosidetto 'Progetto Caserme' dove la Caserma Bechi-Luzerna non appare più. Chiedo quindi al sindaco quali siano le azioni che si intendono mettere in atto a breve termine per risolvere i palesi problemi di sicurezza evidenziati al passaggio a livello; quali siano le azioni che si intende mettere in atto a lungo termine per risolvere strutturalmente il problema, se quindi l'idea di un sovrappasso in legno che scavalchi la ferrovia prenda corpo o meno; quali siano le azioni che si voglio mettere in campo per dotare la città di un terminal turistico con ben altre caratteristiche visto il mancato accordo sulla Caserma Bechi-Luzerna".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento