Commercianti e Comune per un 'nuovo' centro storico: la proposta del patto anti-degrado

A lanciare l'idea di una collaborazione per il mantenimento del cuore della città è il direttore di Confcommercio Pieragnoli

Un patto tra commercianti e amministrazione comunale per la riqualificazione di piazze e vicoli del centro storico. A lanciare la proposta al sindaco di Pisa Michele Conti e alla sua Giunta è Federico Pieragnoli, direttore di Confcommercio Pisa.

“Siamo rimasti favorevolmente sorpresi dai dati diffusi ieri dalla nostra federazione nazionale sulla vitalità commerciale dei centro storici in Italia. Il centro storico di Pisa risulta secondo in Italia per dinamismo commerciale con una crescita dei negozi in sede fissa del +4,3%. e addirittura del 50% di pubblici esercizi, bar e ristoranti. Un movimento che trova riscontro nell'incremento dei flussi turistici, nella crescita della popolazione, e negli stessi canoni di locazione commerciale aumentati in dieci anni del 24%. Ma non è tutto oro quello che luccica, anzi - contestualizza il direttore Pieragnoli - e i mali del centro storico pisano sono molteplici: eccesso di concentrazione di pubblici esercizi, proliferazione di minimarket e take away, perdita di identità e chiusura seriale di negozi storici, difficoltà di accesso e parcheggio, canoni e tassazione locale troppo onerosi”.

demografia impresa citta-2

Sicurezza e degrado sono un capitolo a parte specifica Pieragnoli: “Intanto riconosciamo a questa amministrazione un impegno preciso e una volontà determinata di azione già dimostrata con i primi risultati: dagli interventi alla stazione ai presidi fissi lungo l'asse Corso Italia Borgo, dai controlli alle attività fuori regola fino alla 'bonifica' di piazza dei Cavalieri. E' chiaro che il lavoro da fare è ancora moltissimo, ma con la collaborazione non ho dubbi che Pisa potrà risolvere gran parte dei suoi problemi”.

Il direttore pensa ad un patto anti-degrado tra amministrazione comunale e imprenditori, secondo il principio di sussidiarietà: “Ci sono vicoli, angoli, ma anche piazze caratterizzate da situazioni di degrado, insicurezza, marginalità, scarsa cura. Alcuni imprenditori si sono rivolti a noi, altri se ne potrebbero aggiungere, con specifici progetti di riqualificazione, contribuendo attivamente al decoro, alla pulizia e alla cura degli stessi - sottolinea Pieragnoli - la proposta che abbiamo già indirizzato al sindaco è proprio quella di stipulare una convenzione concertata che permetta, anche attraverso la leva di agevolazioni riconosciute in termini di tassazione locale e suolo pubblico, la possibilità di realizzare una Pisa più accogliente e con il contributo delle sue forze migliori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli imprenditori del centro storico pisano interessati all'iniziativa possono rivolgersi a Confcommercio Pisa, via Chiassatello 67, Pisa, telefono 050/756125 info@confcommerciopisa.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento