People Mover in perdita, 'Diritti in Comune': "Il rischio è che paghi il Comune di Pisa"

Il gruppo consiliare spiega che "la Società ha chiesto il riequilibrio del Piano Economico Finanziario" e se non si trova un accordo c'è il pericolo di una battaglia legale

Il sindaco Conti davanti il People Mover

Non reggono gli equilibri di bilancio del People Mover e c'è il fondato pericolo che "a salvare dal fallimento il privato ci pensi il pubblico, cioè il Comune di Pisa". E' l'allarme che lancia il gruppo in Consiglio Comunale 'Diritti in Comune': "Com'era fortemente prevedibile l'inutilità del People Mover rischia di tradursi ora in un danno economico per le casse comunali. La società PisaMover Spa che ha avuto dall’amministrazione Filippeschi la gestione dell'opera a compensazione dei costi sostenuti per la sua realizzazione ha recentemente (3 ottobre) inoltrato e successivamente sollecitato, in data 17 ottobre, al Comune di Pisa la richiesta di riequilibrio del Piano economico finanziario (PEF)".

"A fronte di questa richiesta - continua nel quadro della situazione la lista - il sindaco Conti ha chiesto la proroga dal 31 ottobre, termine previsto per la risposta, al 31 dicembre, cosa che la Pisamover Spa ha accettato. E' opportuno ricordare che il PEF costituisce di fatto la proiezione dei ricavi ottenibili dalla gestione dell'opera a garanzia degli utili che la società di gestione dovrebbe incassare. Tali previsioni erano state concordate con l'amministrazione di centro- sinistra, che aveva anche garantito al gestore provvedimenti a favore dell'utilizzo sia del People Mover che dei parcheggi annessi. Per questi motivi la giunta Filippeschi aveva addirittura eliminato l'arrivo della LAM Rossa all'aeroporto Galilei".

Gli accordi che 'incastrano' il Comune

'Diritti in Comune' prosegue: "Era stata anche prevista la possibilità di revisione (tecnicamente 'riequilibrio') del piano economico finanziario, se gli scostamenti dalle previsioni di utilizzo fossero significativi. Proprio perché tali scostamenti sono stati 'significativi' è avvenuta la richiesta di riequilibrio: come era prevedibile e come abbiamo sempre denunciato in tutti questi anni si sono verificate in pochi mesi minori entrate dovute ad un numero di passeggeri inferiore al previsto e minori introiti anche dal parcheggio scambiatore. A questo punto si tratta di capire concretamente a quanti milioni ammonta la perdita rispetto a quanto era scritto nel PEF e quali saranno le risposte del Comune di Pisa rispetto a questa richiesta, e soprattutto se e come vi potranno essere anche ricadute negative sulle casse comunali".

E' quindi tutta da giocare la partita e non è escluso che si possa arrivare a contenziosi. 'Diritti in Comune infatti spiega che "non è detto che il Comune sia esente da rischi di compensazioni economiche, anzi tutt'altro visto che nella stessa Convenzione per di più si dice che il concessionario in caso di mancato ottenimento del riequilibrio potrebbe recedere la convenzione con tutto ciò che ne potrebbe conseguire in termini di indennizzo. In altre parole la conseguenza di tutto questo è che ora l'amministrazione comunale e il suo braccio operativo Pisamo, invece di perseguire l'interesse comune, si devono dannare a non far fallire un progetto privato, prendendo decisioni per garantire un business plan di una società privata, la PisaMover Spa".

Sembra quindi necessario trovare un accordo, ma la materia è complessa. Una città in comune, Rifondazione Comunista e Pisa Possibile informano anche che "ad oggi Conti ha preso tempo ed in fretta e furia ha diffuso un avviso pubblico aperto per appena 8 giorni, dal 22 novembre al 30 novembre, per un supporto legale per il controllo sulla corretta esecuzione e gestione della Convezione e per 'il supporto per la redazione di modifiche contrattuali che si renda necessario apportare in conseguenza di interventi di riequilibrio del Pef'. Più semplicemente verrà dato un incarico esterno in tempi record, e già questo non è un buon segnale, per supportare gli uffici comunali".

"Chiediamo che il sindaco - conclude 'Diritti in Comune' - venga a riferire con urgenza nelle commissioni competenti sullo stato dell'arte e sulla dimensione economica del riequilibrio richiesto da PisaMover, ma soprattutto chiediamo che nessun costo di un'opera profondamente sbagliata possa in alcun modo ricadere sulle casse e comunali e quindi sui cittadini e sulle cittadine".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (28)

  • Al di là di tanti discorsi 'a bischero sciolto' ha fatto bene il sindaco a prendere tempo per affrontare, anche legalmente, la questione. Perché è dovere del sindaco pro-tempore, quale sia il nome, quale sia il partito, assumere iniziative di soluzione dei problemi che gli arrivano sul tavolo. La lega ha vinto anche grazie agli errori sul people mover e ora è tempo che faccia vedere se è capace di rilanciare in positivo (a fare opposizione son tutti boni.. governare no). Qui è come la TAV: fare marcia indietro o buttare via tutto è un danno peggiore che andare avanti. In più qui l'opera c'è, va solo resa produttiva: va messo in campo un progetto di gestione nuovo e di veloce attivazione. Hub di tutti i pullman? È solo un esempio.. fuori le idee ziello&Co, se ne avete!

    • Condivido; comincerei ad affidare incarico a qualche titolo ( commissario straordinario? ) a qualcuno di quelli che hanno voluto o sponsorizzato quest'opera (Filippeschi, Rossi, Giani, o altri) . Certamente loro avranno bella e pronta qualche buona idea su come mettere in sesto la situazione.

  • un bel servizio di striscia la notizia sul brucomela , con l'inviata che intervista l'ex sindaco come lo vedreste?

  • Non capisco tutto questo astio ideologico contro questa stupenda infrastruttura. Uguale all'orlyval di Parigi Orly tra l'altro. Certo, il parcheggio gratis ne aumenterebbe l'uso. Ad ogni modo il discorso del poco utilizzo non regge, a questo punto allora cosa si fa? Si chiudono pure le linee di bus poco redditizie? Il servizio pubblico non può obbedire solo a logiche monetarie. Io abitando a Lucca lo prendo tutte le volte che vado all'aeroporto e lo trovo fantastico. Mica prendo l'auto per lasciare un patrimonio in parcheggi a pagamento. Questo paese deve guardare al Giappone, alla Cina. Loro si che fanno le infrastrutture. Che popolo vecchio, conservatore, reazionario e settario questo. Antimoderno e refrettario alle novità. La demografia è potere. Io collegherei i capoluoghi della Toscana nord con un treno veloce a formare una metropoli integrata in grado di attrarre persone e investimenti e perché no, provare a rivaleggiare con città come Milano. Di nanismo demografico si muore, di provincialismo pure. Piccolo non è bello, è un dogma da distruggere. Ci vuole ambizione. Pensare a Pisa, Livorno, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze come aree di una new York de noantri. Integrata. Un hub attrattivo, un area metropolitana che vorrebbe molte volte di più che la somma delle sue parti. Nessun toscano dovrebbe più emigrare. Avendo lavorato all estero so quanto sia brutto sentirsi straniero. C è sempre qualche stereotipo verso gli italiani anche se positivo (italiani sempre allegri e cavolate affini) ma che infastidisce lo stesso parecchio. Ci vuole sviluppo per fare la Toscana del terzo millennio. Altrimenti sarà declino.

    • Grande! finalmente un altro visionario come lo sono io, cosi grossa l'avevo solo pensata ma mai detta perchè qua gia solo a dire che ci vorrebbe una tramvia che collega Pontedera a Marina, magari divisa in due tratte, ti guardan male pensando che sei toccato, paga di più l'immobilismo e la tranquillità mortuaria, con tempi di progettazione a lungo termine che arrivano al max a Pasqua prossima, tutto ciò per avere però poi invidia dei soldi che muovono le altre città limitrofe che riescono a creare qualcosa. Via menomale qualcosa si muove nella testa della gente. Unico appunto, non è astio ideologico forse piuttosto astio per l'inefficienza (progettuale e non), la malafede, la burocrazia e il clientelismo tipico nostro, che abbiamo come in altri paesi si, ma con maggior percentuale rispetto a loro, pochi discorsi, i risultati come constati tu, Bene, parlano da soli.

      • NRD Pontedera-Cascina-cisanello-centro-Marina-Tirrenia

        • Aggiungo la tratta Tirrenia porto di Livorno: a quel punto avremmo una completa interconnessione fra treno aereo nave e ospedale.

  • I politici che chiedono ai cittadini di governare, quando sono eletti devono governare, non lamentarsi di chi ha governato prima, ma fare la loro per dimostrare, se vi riusciranno, di essere migliori. In quel momento devono gestire anche i problemi che trovano ed essere più bravi degli altri perché li risolvano. Sarà così? Vedremo. Se sì bene per tutti. Se no, gli elettori potranno fare altre scelte. Il people mover è fra questi e non solo. Invece miss Stefibond è per le spicce: plotone di esecuzione, fucilazione. Stefibond lei appare molto stressata. Le consiglio un viaggio di piacere in Corea del Nord; non s'impressioni, non sono più granché comunisti, l'ex senatore Razzi potrà darle ragguagli. In alternativa ci sono alcune enclave di stato islamico (isis) ancora visitabili, anche lì potrebbe trovarsi bene. Provi, non potrà che apprezzare.

  • ha un bel coraggio la sinistra, di qualsiasi entità, solo di parlare... passi il trenino, che qualche sparuto turista sta imparando a prendere. ma quel parcheggio sempre deserto... mai vista vergogna di pari livello. cosa aspettano a farne un parcheggio per chi prende l'aereo? magari a gestione comunale con soldi alla città e non ai privati. lo riempirebbero, dato che poi la gente da li prenderebbe il bruco x andare al terminal.

    • sarebbe un ottima idea, ...quindi non attuabile.

    • Sarebbe una bell idea, ma non so se quei privati che gestiscono i vari parcheggi sarebbero contenti della cosa, e loro danno lavoro a diverse persone....

  • Il problema è che adesso il People Mover c'è e va fatto funzionare per il bene di tutti e indipendentemente dal colore politico di chi amministra la città.

    • Dai retta, quel trenino a Pisa puo' funzionare solo in perdita, cosi com e' non c'e' soluzione di farlo andare in attivo.

      • d'accordo con Roberto, cosa palese e incontrovertibile

    • Anche la mafia c'è: facciamola funzionare. Ma che discorso è il tuo

      • Ma che paragone è con la mafia? Pensavo fosse una discussione seria...

  • Noi pisani l'avevamo segnalato che sarebbe stato un flop, ma qualcuno probabilmente c'ha realizzato un utile. Anche la manovra "LAM ROSSA" è servita a niente, ed ha creato solo disagi. Il "brucomela" è un disonore per la città di Pisa, un'opera inutile che ha sottratto risorse danneggiando tutti i cittadini.

    • Tutti i cittadini non direi, qualcuno, anzi piu' di qualcuno ci ha guadagnato, tranquillo.

    • ahahah!!! "brucomela" è simpatico e adeguato come nome per il PMover

  • Questo è solo il primo conto da pagare, il secondo sarà la desertificazione del Galilei se e quando sarà realizzato il nuovo aeroporto di Peretola. In ogni caso quest'opera, che sarà pagata dai cittadini pisani, ha depotenziato il Galilei, robe del genere si vedono solo da queste parti. Assieme a Filippeschi io ci metterei anche Giani, Rossi e tutta quella bella gente lì; ricordo benissimo quando dicevano che quell'opera li era di livello europeo ed era quello che serviva per adeguare lo scalo ai migliori standard.

    • concordo

  • Da contribuente danneggiata, chiedo che Filippeschi venga processato e fucilato nella pubblica piazza.

    • Avrei preferito non leggere commenti del genere. Finché ci si stuzzica va bene. Quando si arriva a parlare di "fucilare" pubblicamente una persona comincio a credere davvero che un bel po di pezzi mancano nella zucca

      • Tu sapessi quante volte avrei desiderato non leggere i tuoi....

  • Filippeschi e la giunta precedente dovrebbero essere denunciati per procurato danno erariale. Punto!

    • Favorevole!

  • E no!! Che paghino di tasca propria coloro che hanno voluto e sostenuto questo progetto e che soprattutto hanno deriso e non hanno voluto ascoltare i cittadini!! Il vero responsabile è Filippeschi e tutti coloro che nell'amministrazione hanno voluto un progetto sbagliato e che era chiaro non avrebbe dato frutti così come è stato realizzato!! Il danno alle casse comunali deve essere risarcito dai soggetti responsabili non dai cittadini sottomessi che hanno dovuto subire a capo chino altrimenti ci rifaremo legalmente con tutti costoro!

    • quoto

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banca d'Italia: chiude la sede di Pisa

  • Cronaca

    Rubano uno smartphone e in due aggrediscono la vittima sul treno: un arresto

  • Cronaca

    Gli studenti del Matteotti cucinano per i poveri e i senza tetto della città

  • Cronaca

    Istituzioni: il nuovo Prefetto di Pisa incontra il sindaco Conti e il presidente della Provincia

I più letti della settimana

  • Maltempo, neve e ghiaccio in Toscana: è allerta meteo

  • Ragazzo disperso in Arno: ricerche per tutta la notte

  • Maltempo in Toscana: estesa fino a lunedì l'allerta meteo per neve e vento

  • Spacciatori arrestati e rimessi in libertà, Salvini: "Legge sbagliata, va cambiata"

  • Centro storico, maxi-retata antidroga: chiuso anche il punto Snai di Viale Gramsci

  • Disperso in Arno, si cerca ancora: non c'è traccia del 21enne

Torna su
PisaToday è in caricamento