homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Incendi, caldo in arrivo: periodo a rischio per il Monte Pisano

Anticipato a sabato 16 giugno l'inizio del periodo critico per i boschi dei comuni di Buti, Calci, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano: vietata qualsiasi operazione di abbruciamento

La Provincia di Pisa, sulla base delle condizioni meteo previste nei prossimi giorni, in particolare per l’area del Monte Pisano, ha stabilito, in accordo con gli enti e le strutture interessate al contrasto degli incendi boschivi, di anticipare a domani, sabato 16 giugno, l’inizio del periodo definito “di rischio”, relativamente ai comuni di Buti, Calci, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano.

Da domani, appunto, e fino alla revoca del “periodo di rischio”, sarà in vigore il divieto, anche nei castagneti da frutto e al di fuori dei boschi, di operare qualsiasi forma di abbruciamento, ovvero di accensione di fuochi controllati (con l’unica eccezione per gli interventi attuati sotto la direzione delle amministrazioni pubbliche).

In particolare, il provvedimento riguarda gli interi territori di Buti, Calci e Vicopisano; e parte di quelli degli altri due comuni del Lungomonte, per i quali si fornisce, di seguito, il dettaglio. San Giuliano. Area collinare delimitata dai seguenti termini: Strada regionale dell’Abetone e del Brennero nel tratto fra il capoluogo e Ripafratta; via delle Sorgenti nel tratto fra il capoluogo e il confine con Calci, presso le fonti di Agnano; il confine con lo stesso comune di Calci; il confine con il comune di Lucca; il confine con il comune di Capannori (Lu). Vecchiano. Area collinare compresa in queste tre zone. A Vecchiano capoluogo, le superfici delimitate da: via Provinciale Argine Vecchio (tratto fino al semaforo); via delle Cave; via Roma; via della Barra; via dei Calcetti. Nella frazione di Avane, le superfici delimitate da: via Provinciale Lungomonte Vecchianese; via di Monticello; autostrada Firenze-Mare. Nella frazione di Filettole, le superfici delimitate da: via Pietrapadule (tratto fino al confine con la provincia di Lucca); via di Radicata; via Provinciale Galilei (tratto fino al confine con la provincia di Lucca).

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Ac Pisa 1909, tifosi 'assediano' l'aeroporto: "La nostra lotta non si fermerà"

    • Cronaca

      Pontedera: tre fratelli tornano a sorridere grazie al trapianto di rene

    • Cronaca

      Terremoto: Confesercenti Pisa lancia una raccolta fondi per le popolazioni colpite

    • Cronaca

      Castelfranco di Sotto, erba alta lungo le strade: il Comune sollecita la Provincia

    I più letti della settimana

    • Lutto nella sanità pisana: morto il professor Virgilio Facchini

    • Terremoto, serve sangue: il Centro trasfusionale di Cisanello aperto con orario continuato

    • Terremoto nel Centro Italia: a Pisa parte la raccolta di alimenti

    • Pontedera, fuori strada con l'auto: è morto Luigi Doni

    • Tragedia in mare a Palinuro: tra i sub morti c'è anche un medico 'pisano'

    • Sicurezza, controlli della Polizia: denunciato un 20enne per atti osceni

    Torna su
    PisaToday è in caricamento