Superstrada: ecco il piano da 26 milioni per migliorare la sicurezza

Interessata l'area di Calambrone per interventi da 3 milioni, ma progetti e manutenzioni anche per Montopoli e San Miniato

Immagine di archivio

Con un piano di interventi straordinari da circa 26 milioni di euro, che si somma all'ordinaria manutenzione e ad altri investimenti già previsti, la Regione interviene per migliorare la sicurezza della Fi-Pi-Li. La superstrada è oggetto di un dettagliato piano di interventi concordato tra Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze e le province di Pisa e Livorno, più Anci Toscana. Il piano è stato presentato oggi, 22 maggio, in Regione, con misure che riguardano anche la mobilità pesante. E' stata coinvolta anche Società Autostrade, affinchè utilizzi i propri canali di comunicazione, compresa Isoradio, per suggerire percorsi alternativi alla Fi-Pi-Li (ad esempio l'uso della Firenze-Mare), più soluzioni specifiche per limitare i disagi a chi, soprattutto in estate, utilizzerà la Fi-Pi-Li per raggiungere il mare. 

Gli interventi

Calambrone - via Quaglierini

Tra gli interventi previsti, alcuni dei quali già in corso o appena realizzati, figurano alcune opere di grande importanza ed a lungo attese dal territorio. C'è il ripristino della rampa di accesso di via Quaglierini, a Livorno: questo intervento ha un costo complessivo di 3,25 milioni, che sarà sostenuto dalla Regione, con un contributo provinciale di un milione. La Regione Toscana ha acquisito la competenza di questo tratto dal 2016. E' intervenuta tempestivamente con progetto esecutivo e gara d'appalto. L'avvio dei lavori è stato ritardato a causa di un ricorso al Tar da parte di una delle aziende non vincitrici. Dopo che il ricorso si è concluso favorevolmente per la Regione, i lavori sono stati avviati e sono ad oggi sono in corso.

Nello specifico l'intervento riguarda il tratto terminale della Fi-Pi-LiI, all'uscita sulla SP 224 di Marina di Pisa, in corrispondenza dello svincolo di Calambrone - via Quaglierini. Le opere in corso riguardano la messa in sicurezza definitiva dell'antifosso delle Acque Chiare che passa sotto sia al tracciato della superstrada che alla strada provinciale. Il progetto prevede la realizzazione di setti profondi in calcestruzzo armato che, una volta ultimati, costituiranno le pareti del canale. Saranno inoltre realizzati una soletta di fondo ed un solaio superiore carrabile. Verrà rimossa la condotta in acciaio esistente, mentre per quanto riguarda la Fi-Pi-Li in direzione mare, verrà ricostituita la rampa, saranno rifatte le pavimentazioni e le barriere stradali, le opere di regimazione della acque di piattaforma e infine l'impianto d'illuminazione sull'incrocio tra la Sgc e la strada provinciale. La fine dei lavori è prevista per il febbraio 2020

Per ridurre i disagi del cantiere, oltre a migliorare la comunicazione all'utenza attraverso segnaletica stradale di preavviso e messaggi ripetuti giornalmente via radio, è stata prevista la riduzione tra il 1 giugno ed il 30 settembre delle aperture del ponte mobile sulla SP 224, che resterà sempre chiuso il sabato e la domenica, in modo da favorire lo scorrimento del traffico in direzione del mare nei fine settimane estivi. Inoltre tra il 1 luglio ed il 31 agosto in prossimità del cantiere di via Quaglierini verrà realizzato un by-pass sulla SP 224 per il transito dei soli veicoli leggeri, con velocità massima di 30 km/h. In questo periodo il cantiere continuerà ad essere attivo, ma la riduzione delle aree disponibili dovuta alla presenza del bypass ha portato ad un allungamento, concordato, della durata dei lavori di circa 2 mesi rispetto a quanto inizialmente previsto dal contratto. 

Ginestra-Montelupo e Montelupo-Empoli est

Si tratta di una messa: il primo intervento riguarda il tratto di Fi-Pi-Li compreso tra il Km15+180 e il Km 19+375 (dallo svincolo di Ginestra Fiorentina allo svincolo di Montelupo Fiorentino), e prevede il rifacimento della pavimentazione stradale con asfalto drenate e fonoassorbente, della segnaletica orizzontale, la sostituzione di tutte le barriere di sicurezza spartitraffico e di parte di quelle laterali, la sostituzione delle barriere fonoassorbenti, il rifacimento della rete di drenaggio delle acque della piattaforma stradale, la posa di cavidotti per il futuro alloggiamento di infrastrutture informatiche (fibre ottiche, ecc).

La consegna dei lavori è avvenuta il 3 aprile 2019. La prevista è di 380 giorni, ma l'impresa vincitrice della gara d'appalto si è impegnata a concludere il primo stralcio in 8 mesi (240 giorni). Non sono previsti lavori notturni, dato che non sarebbe stata comunque possibile la riapertura delle corsie durante il giorno. Durante l'esecuzione dei lavori si prevede di non interrompere la circolazione ma di lasciare una corsia per senso di marcia. A partire dal 27 maggio inizierà il restringimento della viabilità ad una corsia per senso di marcia nell'area interessata dai lavori. L'investimento complessivo è di 6,4 milioni di euro.

Il secondo intervento riguarderà il tratto dal km 19+375 al km 22+ 078. L'intervento ha un costo complessivo di 5,2 milioni di euro. Attualmente è in fase di appalto.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento