Piena dell'Arno, non rispettano l'ordinanza: 25 negozi restano aperti

Si tratta di una violazione dell'articolo 650 del Codice Penale che può essere punita con l'arresto fino a 3 mesi

Foto d'archivio

La Polizia Municipale di Pisa, con una serie di controlli, ha accertato come circa 25 attività, quasi tutte del centro storico, non abbiano rispettato l'ordinanza del Comune, con la quale si disponeva la chiusura di tutti gli esercizi pubblici del territorio (esclusi quelli del litorale), dalle 18.30 di domenica alle 12 di lunedì mattina. 

Gli accertamenti della Municipale sono scattati nella serata di domenica e sono proseguiti nella mattinata di lunedì. "Abbiamo fatto una serie di controlli - ha spiegato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa in Prefettura, il comandante Michele Stefanelli - sia di nostra iniziativa che su segnalazione dei cittadini, per verificare il rispetto dell'ordinanza. I controlli hanno riguardato principalmente il centro storico, con l'obiettivo di garantire il lavoro di tutta la macchina della prevenzione".

Le attività aperte avrebbero infatti 'attirato' persone soprattutto nel centro storico, rischiando di intralciare le eventuali operazioni di soccorso. Tra i trasgressori si segnalano "numerosi minimarket, bar, pub e anche un supermercato". Per queste attività si apre ora una fase istruttoria. L'onere della prova è però a carico della Polizia Municipale. "Dovremo dimostrare - ha continuato Stefanelli - che queste attività erano a conoscenza dell'ordinanza comunale. In alcuni casi il provvedimento è stato notificato di persona dai vigili. In altri casi dimostrare che i commercianti erano a conoscenza del provvedimento potrebbe risultare più complicato".

Ma cosa succede nel caso venisse dimostrata la volontà delle attività di trasgredire all'ordinanza comunale? "In quel caso - prosegue Stefanelli - il reato contestato sarebbe il 650 del codice penale, cioè 'violazione dei provvedimenti dell'autorità'. Un tipo di violazione che prevede l'arresto fino a tre mesi o una ammenda fino a 206 euro, senza considerare le spese legali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

Torna su
PisaToday è in caricamento