Maltempo, allerta per i fiumi: la diretta della giornata

Nel corso di una riunione in Prefettura, visto l'innalzamento del fiume che attraversa Pisa, è stato deciso di adottare una serie di azioni per monitorare e gestire la piena. Gli aggiornamenti in diretta

Via Donizetti a Ponsacco (foto Alessandro Chiavacci)

E' l'Arno a preoccupare in questo venerdì 31 gennaio. A Pisa situazione difficile: scuole e uffici pubblici chiusi, paratie montate sugli argini. La città della Torre ha vissuto con il fiato sospeso. Alluvione a Ponsacco
 

Ecco la diretta della giornata

ORE 21. Situazione sotto controllo a Pontedera, dove verrà chiuso temporaneamente il sottopassaggio in via delle Colline in modo tale da poter, grazie all'installazione di un impianto idrovoro, canalizzare il livello di acqua presente nella zona dietro al circolo tennis in direzione del fiume Era.

ORE 20.30. Livelli dell'Arno a Pisa in lieve calo (ora a 4,78 metri). Nelle prossime ore sono previste piogge lievi. Dalla riunione in Prefettura confermata la situazione stabile a Pisa. La Protezione Civile continuerà a monitorare la situazione nella notte. Confermata l'apertura delle scuole di domani

ORE 19.50. “Superata l’emergenza legata al passaggio dell’ondata di piena dell’Arno dalla città di Pisa - dice il presidente della Provincia Andrea Pieroni - si va, sul complesso del territorio provinciale, componendo un quadro nel quale vi sono ancora alcuni scenari di preoccupazione (quali la situazione del tratto d’argine minacciato dall’erosione a San Miniato) e, purtroppo, la consapevolezza di come la giornata di oggi lascerà sul campo (penso ad esempio all’area di Ponsacco, dove, dopo gli allagamenti, le acque stanno rifluendo) una considerevole scia di danni. Da domani se ne inizierà la conta: con la certezza, ripeto, che saranno rilevanti (a Volterra il crollo, per una trentina di metri, di mura antiche reca, per il loro valore storico-artistico, una ferita anche fortemente simbolica): di fronte a questo, non si può che rinnovare l’appello, a Stato e Governo, per una risposta adeguata in ordine all’esigenza, pressante, di mettere a disposizione le risorse occorrenti per mettere in sicurezza i territori e le popolazioni. In tal senso, bisogna passare dalle parole ai fatti, per evitare che urgenze e criticità si verifichino, come invece accaduto in questi ultimi anni, con un tasso di crescita esponenziale”.

ORE 19.35. Il Comune di Volterra informa che la Sp 15 è stata riaperta e che nella giornata di domani, sabato 1 febbraio, le scuole di Saline di Volterra resteranno chiuse (asilo, elementari e medie). A Volterra resteranno chiusi i licei. Riaperto il complesso Jacopo da Volterra.

ORE 19.30. Gli aggiornamenti dai Consorzi di bonifica

ORE 19. LA SITUAZIONE IN PROVINCIA DI PISA
- Comune di San Miniato:
1200 persone sono state evacuate in località La Roffia per la grossa erosione dell'argine dell'Arno. A supportare le persone sul posto sono presenti VAB, Misericordia San Miniato e Croce Rossa Italiana. Circa 150 persone sono ospitate nel palazzetto dello sport di Fonteviva. Le strade chiuse sono le seguenti: via Volterrana, Via Balconebisi, Via Stibbio, Sottopasso zona Cascine di Lari, Sottopasso ferroviario di San Romano.

- Comune di Ponsacco: rottura arginale del fiume Era per una lunghezza di circa 20 metri con conseguente allagamento dell'abitato; in alcune zone il livello dell'acqua ha raggiunto la quota di un metro e mezzo. 25 persone rimangono evacuate in attesa di sistemazione; nella zona di via Chiavaccini ci sono circa 1500 persone senza servizi (acqua, luce, gas).

- Comune di Volterra: una frana sta interessando le mura medioevali per una lunghezza di circa 40 metri, emessa ordinanza di evacuazione per 12 famiglie.

ORE 18.30 Il sindaco Filippeschi: "Grazie ai militari per il supporto"

ORE 17.20. Annunciata nel pisano la visita del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per domani mattina. Il governatore effettuerà un sopralluogo a San Miniato, Ponsacco e Volterra, i luoghi più colpiti dal maltempo.
Intanto alle 19 è prevista una riunione in Prefettura per il punto della situazione.

ORE 16.15. Situazione critica a Ponsacco dopo la tracimazione del fiume Era.

ORE 16. Prolungata l'allerta meteo dalla Protezione Civile regionale. I DETTAGLI

ORE 15.50. Circa un migliaio di persone vengono evacuate in questo momento da alcuni edifici di Roffia, nel comune di San Miniato, lungo il corso dell'Arno. Si tratta di una misura preventiva determinata dall'erosione dei piedi dell'argine da parte del fiume. Al lavoro ci sono personale del Comune, volontari, Protezione Civile regionale. Le persone evacuate sono fatte sistemare nel palazzetto dello sport.

ORE 15.15. Il sindaco di Pisa Marco Filippeschi su Facebook: "La città era preparata all'emergenza" LEGGI LA DICHIARAZIONE

ORE 15. In seguito all'informativa della Prefettura di Pisa in base alla quale l'emergenza esondazione Arno è da considerarsi al momento superata, anche se rimane uno stato di allerta, l'Aoup ha dato disposizione ai reparti di ripristinare la normale attività. Le direttive emanate in mattinata sono quindi da considerarsi superate.

ORE 14.30. Per quanto riguarda la Zona del Cuoio, la situazione più critica è quella di Montopoli Valdarno, dove l'Arno ha rotto gli argini tra San Romano e Casteldelbosco, invadendo quest'ultimo abitato e i campi lungo la golena.
Per quanto riguarda invece il Comune di Calcinaia, la situazione sta tornando alla normalità dopo la piena dell'Arno. “Il sottopassaggio di via Maremmana - afferma il vicesindaco Roberto Gonnelli - è stato chiuso per allagamento, mentre i sottopassaggi di via delle Case Vecchie e di via dei Gaddi sono continuamente monitorati e le pompe stanno funzionando regolarmente”. “Poiché nelle prime ore della mattinata si paventava l’ipotesi di chiusura al traffico del ponte di Calcinaia - conclude - in via cautelativa è stata emessa l’ordinanza di chiusura delle scuole, al fine di permettere ai genitori di riprendere i bambini e le bambine con calma e tranquillità”.

ORE 14. Strada Statale 12 'dell’Abetone e del Brennero riaperta al traffico nei pressi di Pisa (era chiusa per rischio esondazione Arno).

ORE 13.40. Si tira un sospiro di sollievo a Pisa. L'emergenza infatti è passata. I livelli del fiume sono stabili e sono destinati a scendere. Si riaprono i varchi di accesso alla città. Domani scuole regolarmente aperte.

ORE 12.40. Alle ore 13 prevista una riunione in Prefettura per fare il punto della situazione.

ORE 12.15. La situazione a Volterra dopo il crollo delle mura medievali.

ORE 12. Il piano di messa in sicurezza dell'ospedale Santa Chiara.

ORE 11.15. A Zambra, nel comune di Cascina, l'Arno ha invaso la Golena e quattro famiglie sono state evacuate.

ORE 11.10. Il fiume Arno a Pisa ha raggiunto il picco a 4,84 metri. (Guarda il video)

ORE 10.40. Chiusa la Strada Statale 12 del Brennero.

ORE 10.30. A Pisa il Canale dei Navicelli è uscito dagli argini all'altezza dell'azienda Agricola Castagnolo. Il livello dell'Arno è a 4,80 metri.
Il Prefetto della provincia di Pisa dispone la chiusura degli uffici pubblici del Comune di Pisa fino a cessate esigenze della giornata odierna, con eccezione di quelli preposti alle attività di ordine e sicurezza pubblica, di protezione civile, della sanità, del soccorso, dei trasporti e della mobilità, di quelli addetti alle società di erogazione di servizi nonché a tutte le altre attività di supporto alla sicurezza e al soccorso.
La Società della Salute nelle prime ore della mattina ha messo in sicurezza i residenti della RSA sul lungarno. Il dormitorio del progetto Homeless di via Conte Fazio è aperto per i senza fissa dimora e in generale per chi ne ha bisogno.

ORE 10.15. Ordinanza di chiusura scuole a Calcinaia.

ORE 10. Passa la piena dell'Arno a Pontedera.

ORE 9.20. La piena dell'Arno sta transitando da Pontedera. Il fiume Era è in diminuzione. Le scuole a Pontedera restano aperte.

ORE 9. L'Arno ha raggiunto i 4,63 metri e superato la seconda soglia di allerta. La piena arriverà tra le 10 e le 12. Chi abita al piano terra nella zona dei lungarni deve andare ai piani superiori. Alternativamente possono raggiungere amici e parenti fuori dalla zona rossa. GUARDA LA MAPPA DELLA ZONA ROSSA. Chiuso il tribunale. Resta aperto il Ponte alle Bocchette.
MAPPA PUNTI DI CHIUSURA AL TRAFFICO

ORE 7. Scuole chiuse oggi a Pisa. Questa notte il Centro Coordinamento Soccorsi riunito in Prefettura ha deciso l’attivazione del piano Arno nella città di Pisa, conseguentemente allo stato di piena del fiume.  Il livello dell'Arno è salito nelle notte (alle 20 di sera era a 1,7 metri), quando è arrivata l'acqua degli affluenti in piena. Alle 4.30 di mattina il fiume ha raggiunto i 4,08 metri (la soglia di allerta è fissata a 4 metri) ed è destinato a crescere ancora. La piena, di 2500 metri cubi al secondo, è prevista per le 9 e il livello dovrebbe rimanere così alto per 4 ore. A Pisa città ha piovuto (da giovedì mattina) 60 mm, la piena è dovuta alle piogge a monte. I livelli dei canali in città sono sotto la soglia di allerta. Decisa la chiusura totale al traffico della città. Iniziata la predisposizione dei 37 punti transennati intorno e dentro la città che verranno chiusi per impedire l'ingresso. Chiusi anche gli uffici pubblici e le università. Autobus urbani in funzione fino a nuova valutazione. Extraurbani non entrano in città. Sospesi servizi ambulatoriali all'ospedale S. Chiara. Tutto regolare all'ospedale Cisanello.

Vista la situazione è stato conseguentemente deciso:

- il montaggio dei 'panconcelli' per prevenire rischi per la popolazione;

- la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nel territorio del Comune di Pisa;

- l’allerta delle aree di ricovero per la popolazione;

- la predisposizione delle risorse per la chiusura totale degli accessi alla città;

- il monitoraggio della attività in corso da ieri sul territorio da parte delle varie sale operative;

- Il Centro Coordinamento Soccorsi sta valutando eventuali ulteriori determinazioni conformi al piano Arno.

CROLLA UN TRATTO DI MURA MEDIEVALI A VOLTERRA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Piena dell'Arno, fase di picco attesa per la tarda serata: "Ci siamo mossi in anticipo, siamo pronti"

Torna su
PisaToday è in caricamento