Polemiche su Canapisa: lanciata manifestazione contro la street-parade

La parata antiproibizionista è prevista per il 18 maggio. Difficile pensare ad un divieto, da valutare c'è il percorso. Sul tema interviene il deputato leghista Ziello

Porta con sé sempre discussioni la manifestazione Canapisa, la parata antiproibizionista giunta alla sua 19esima edizione, quest'anno prevista per il 18 maggio dalle ore 16. Di diverso, rispetto il passato, c'è certamente il colore politico dell'amministrazione comunale, con la maggioranza di centrodestra che proprio sul tema 'mai più Canapisa' ha speso parte della propria campagna elettorale. 

Un divieto della manifestazione è notoriamente difficile, come ha ribadito anche l'attuale Questore di Pisa Paolo Rossi: "Secondo la legge - ha ricordato, come i suoi predecessori - le manifestazioni possono essere vietate solo per comprovati motivi di ordine pubblico. Possono però essere gestite in tanti modi, compresa la previsione di fornire opportune prescrizioni".

Da valutare c'è, come in passato, il percorso. Il dibattito resta vivo. L'ultimo a fare il punto della situazione è stato ieri, 28 aprile, il deputato leghista Edoardo Ziello. Il parlamentare ha ricordato su Facebook anche l'iniziativa - poi interrotta - dell'assessore ai lavori Pubblici Raffaele Latrofa, che aveva lanciato un sondaggio sul social in blu sul 'sì o no' a Canapisa, sondaggio aperto a tutti che prima di essere eliminato vedeva in vantaggio, dopo il tam tam social, i favorevoli alla manifestazione.

"Da alcuni giorni - scrive Ziello - sto leggendo su Facebook delle dichiarazioni davvero farneticanti su Canapisa. Qualcuno addirittura ha cercato incautamente di cavalcare l'onda, lanciando un sondaggio inutile che gli è sfuggito di mano, ritorcendosi contro allo stesso promotore. Noi della Lega (Michele Conti, io e Susanna Ceccardi), in questi mesi, non abbiamo perso tempo con chiacchiere vuote e insensate. Abbiamo avviato una lunga interlocuzione con le autorità del Ministero dell'Interno e nella mattinata del prossimo venerdì (3 maggio), verrà presa la decisione finale su Canapisa". 

Il messaggio lascerebbe aperte varie ipotesi, ma intanto Ziello lancia la mobilitazione: "E' importante - conclude Ziello - far vedere che la città non è più disposta a tollerare una schifezza del genere con una bella manifestazione in Piazza Mazzini. Sareste pronti a scendere in piazza, insieme a noi, nel pomeriggio di venerdì tre maggio, per dire con forza: 'No Canapisa'? Adesso basta!". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento