Progetti, 'Origins Bridge': un ponte-centro di ricerca sull'Arno

Presentato alla Normale di Pisa l'avveniristico progetto unico nel suo genere in Italia. Unirebbe con laboratori e passagio pedonale viale delle Piagge al lungarno Guadalongo

Un centro internazionale per la ricerca sulle origini del cosmo e della vita, per la diffusione della cultura scientifica e un'opera avveniristica unica nel suo genere in Italia.

È il progetto 'Origins Bridge', che prevede la realizzazione di un ponte pedonale sul fiume Arno nella zona est della città. La struttura, oltre a collegare il viale delle Piagge al lungarno Guadalongo, nasce come centro di ricerca e sistema integrato per la divulgazione scientifica basata su tecnologie digitali innovative.

Ospiterà laboratori e spazi pubblici dedicati alla cultura scientifica e all'aggregazione. Alla Scuola Normale, partner del progetto insieme ad Anci Toscana, è stato presentato ieri lo studio di fattibilità, in attesa della firma del protocollo d'intesa con Regione Toscana e Comune di Pisa.

Nello studio di fattibilità della società Arcotecnica, illustrato all'evento di presentazione insieme al prof. Andrea Ferrara della Scuola Normale, si è mostrato lo schema della struttura: i lati del ponte pedonale sostengono due edifici che si estendono in senso longitudinale e in mezzo ai quali si trova un attraversamento pedonale. L'opera vuol così richiamare ponti storici italiani come Ponte Vecchio a Firenze o il Ponte di Rialto a Venezia.

Un edificio del ponte ospiterebbe 'Origins Lab', ovvero laboratori per lo studio dell'origine del cosmo e della vita. Un secondo edificio è destinato a un sistema integrato di divulgazione scientifica, con sale conferenza, multimediali, spazi espositivi e d'incontro, bookshop. Poi bar, punti di ristorazione e aggregazione, a disposizione dell'intera città e dei suoi visitatori.

I passi successivi allo studio di fattibilità sono la realizzazione di una variante urbanistica al piano regolatore del Comune di Pisa, per la quale saranno acquisiti i pareri delle varie autorità di tutela del territorio e dell'alveo fluviale. Seguirà l'attività di fund raising per convogliare sul progetto i capitali necessari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato il cadavere in Arno: è dell'anziana scomparsa da Santa Maria a Monte

  • Cadavere di una donna in Arno: recupero in corso

  • Lanciano un petardo in una paninoteca sui lungarni: titolare colpito con un pugno

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Danneggiamenti nelle scuole durante l'occupazione, gli studenti: "Condanniamo i vandalismi, siamo dispiaciuti"

  • Perde il controllo dell'auto e finisce in un negozio

Torna su
PisaToday è in caricamento