'Bella Ciao' contro il banchetto di Casapound: il movimento di estrema destra attacca l'Anpi

Casapound interviene su quanto successo sabato in corso Matteotti a Cascina e ne ha per tutti: dall'Anpi all'attuale primo cittadino, Susanna Ceccardi

Continua a far discutere quanto accaduto ieri, sabato 16 dicembre, in corso Matteotti a Cascina, dove un banchetto di Casapound è stato 'contestato' da un gruppo di persone che ha intonato 'Bella Ciao'. Sulla questione interviene proprio il movimento di estrema destra che ne ha per tutti: dall'Anpi all'attuale primo cittadino, Susanna Ceccardi.

"Sebbene il livello di ridicolo raggiunto da Anpi e amici vari (tra cui l'ex sindaco Antonelli) - scrive in una nota Eugenio Palazzini, coordinatore regionale del movimento - sia ben evidenziato dai commenti dei cittadini sulle loro pagine Facebook, riteniamo doveroso sottolineare come l'atteggiamento di questi soggetti sia stato inaccettabile e provocatorio, oltre che non autorizzato. Ad ogni modo, è giusto anche ringraziarli della pubblicità gratuita offertaci".
"Per non parlare del delirante comunicato del Pd pisano in cui si definisce 'gesto coraggioso' cantare 'Bella Ciao' di fronte al nostro gazebo informativo: di quale coraggio parlano?  - prosegue Palazzini - trattasi semplicemente di una patetica commedia di sei anziani scalmanati incapaci di leggere la storia ed accettare il fatto che Casapound porta avanti quelle tematiche che proprio la sinistra ha deciso negli anni di abbandonare per occuparsi solo di Ius Soli e di privilegi per chi emigra nel nostro paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Due parole - porsegue Casapound - ci sembra giusto infine dedicarle al commento ambiguo del sindaco Ceccardi, che scrive di un clima natalizio in parte rovinato: Casapound si appresta ad iniziare un intenso periodo di campagna elettorale che la vedrà uscire su tutto il territorio pisano in maniera continua, anche a ridosso delle festività di Natale, Capodanno e Befana. E lo farà alla luce del sole, autorizzata, a differenza dei provocatori antifascisti di ieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 252 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento