venerdì, 21 novembre 20℃

Cooperativa sociale Paim e Istituto alberghiero: una cena per i bisognosi

Presso la residenza per anziani "Viale" di Pisa si è svolto il pranzo di solidarietà: 120 persone hanno potuto mangiare un pasto cucinato dagli studenti. Un gesto di calore ed affetto a pochi giorni dal Natale

Redazione 20 dicembre 2011

Volti sempre più giovani e di nazionalità straniera quelli che hanno affollato il pranzo di Natale offerto dalla Cooperativa sociale Paim, presso la residenza per anziani “U. Viale”, agli ospiti delle mense della Caritas di Pisa. Un pasto preparato dalla classe terza “cucina B” dell’Istituto alberghiero "Matteotti" e servito dagli studenti della terza “sala A”.
Circa 120 i partecipanti a quello che rappresenta per la Paim “un piccolo contributo a chi si trova nel bisogno e nella solitudine”. “E’ il terzo anno che in collaborazione con la
Caritas diocesana di Pisa realizziamo il pranzo di Natale - ha spiegato il presidente della cooperativa Giancarlo Freggia - e vuole essere un gesto concreto per alleviare per
qualche ora il disagio
di coloro che restano ai margini della nostra società e osservano distanti il calore e la serenità che questo periodo natalizia riesce sempre ad infondere in tutti noi più fortunati”.

“Registriamo un numero crescente di extracomunitari e di badanti, ma anche di coloro che cercano luoghi di socializzazione perché soli al mondo - aggiunge Don Emanuele Morelli, direttore della Caritas di Pisa - questa iniziativa, insieme agli studenti dell’alberghiero, vuole dare sia dignità alle persone più bisognose, ma anche educare i ragazzi del Matteotti, non nuovi a gesti di questo tipo, ai valori del dono e della solidarietà”.

Parole che trovano conferma in quelle del professor dell’Istituto Matteotti Giuseppe Sommovigo: “Vogliamo insegnare agli studenti dell’alberghiero che non ci sono solo i
ristoranti a 5 stelle
, la realtà è anche questa ed è necessario interfacciarsi con essa. Il risultato è senz’altro positivo e quest’anno siamo già al terzo appuntamento in cui hanno operato a contato con i senza casa”.

Un plauso all’iniziativa è arrivato anche dal direttore della Società della Salute Giuseppe Cecchi, che ha sottolineato come “la rete di coesione sociale e di solidarietà vada a rafforzare l’intero sistema sanitario provinciale”.

A portare gli auguri ai partecipanti al pranzo, infine, il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni: “Dobbiamo prendere spunto da questi momenti significativi per trovare le ragioni profonde del Natale e sono felice di vedere tanti nostri giovani impegnarsi con spirito altruistico verso chi proprio in questi giorni avrebbe tanta necessità di affetto”.

Annuncio promozionale

Cisanello
solidarietà

Commenti