No alla guerra in Iran: un nuovo presidio di fronte a Camp Darby

L'appuntamento, al quale hanno già aderito diverse realtà regionali, è in programma il prossimo 25 gennaio

Una giornata globale contro la guerra in Iran che vedrà iniziative anche a Pisa.
Dopo la protesta di domenica di fronte a Camp Darby, un nuovo presidio è in programma alle ore 11 del 25 gennaio alla base americana di Tirrenia per una ricognizione sullo stato di avanzamento dei lavori in corso per il potenziamento della base USA di Camp Darby.
A seguire numerose realtà della regione si sono date appuntamento in assemblea al circolo Arci La Vettola per dare continuità alla mobilitazione contro la guerra. 

"Molte sono già state le iniziative in Italia e in Toscana contro l'aggressione all'Iran e di condanna dell'azione terroristica compiuta dagli USA con l'assassinio del generale Soleimani e degli uomini a lui vicini - sottolineano gli attivisti - domenica 12 gennaio ampia è stata l’adesione al presidio davanti all’ingresso di via Livornese di Camp Darby promossa da Potere al Popolo regionale; ricordiamo anche le prossime scadenze a Livorno con la manifestazione indetta per il 17 dalla locale sezione di ANPI ARCI e CGIL e le celebrazioni in occasione dell'anniversario della fondazione del PCd'I dedicate al tema della guerra e alla solidarietà ai popoli aggrediti. Invitiamo dunque a partecipare alle iniziative contro la guerra e contro l'uso delle basi militari USA presenti nel nostro territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hanno fino ad ora aderito all’iniziativa del 25 gennaio a Camp Darby: la Rete civica livornese Contro la Nuova Normalità della Guerra, il Comitato pisano per un Fronte Antimperialista e le Associazioni del Tavolo per la Pace della Val di Cecina – l'Associazione EncuentrArte di Riparbella (PI) - l’Ass. Italia-Cuba di Livorno – il circolo Italia-Cuba di Poggibonsi (SI) - l’Ass. Italia-Nicaragua di Livorno – l’Ass. Per un Mondo senza Guerre – l’Ass. WILPF Italia (Women's International League for Peace and Freedom - Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà) – il Coordinamento Antifascista di Volterra – il Sindacato Generale di Base SGB (che ha lanciato un appello per il ritiro dei militari dalle aree di guerra) - la Federazione livornese e il Comitato Regionale Toscano del Partito Comunista Italiano (PCI) – il circolo di Poggibonsi (SI) e la Federazione senese del Partito della Rifondazione Comunista (RC) – la Federazione Toscana dei Comitati di Appoggio alla Resistenza - per il Comunismo (Carc) – il Partito Comunista di Pisa e Regionale Toscano del P.C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento