Sant'Ermete, nessun incontro con le istituzioni, l'assessore: "Non si può dialogare così"

Gli abitanti del quartiere sono in presidio permanente dopo che le istituzioni non hanno partecipato all'incontro. Ma la presidente della Società della Salute Capuzzi ribatte: "Avevano deciso tutto loro, impossibili soluzioni immediate"

Il presidio a Sant'Ermete

In presidio da ieri lo Spazio Popolare Sant'Ermete, molti abitanti del quartiere pisano che da giorni denunciano la condizione in cui sono costretti a vivere. Dopo la protesta durante l'assemblea del Partito Democratico al Circolo Arci, dove l'assessore all'urbanistica Ylenia Zambito è stata duramente contestata, i residenti avevano dato appuntamento alle istituzioni ad un tavolo convocato per ieri. "Dopo i numerosi appelli e richieste di attenzione inoltrate da noi abitanti del quartiere di Sant'Ermete, siamo arrivati al 5 novembre, giorno in cui era previsto l'incontro con le istituzioni della città - affermano dal Presidio Permanente - quest'appuntamento era stato programmato nell'arco dell'ultimo mese per trovare delle soluzioni al disagio abitativo e sociale in cui versano la popolazione e il quartiere. Con presidi e successivi incontri con l'Apes e la Società della Salute, avevamo avuto l'impegno dell'assessore alle politiche sociali Capuzzi e del presidente dell'Apes Bani, a partecipare a questa riunione". Ma nessuno si è fatto vivo.
"La mancata partecipazione delle istituzioni è il segno della noncuranza con cui affrontano le problematiche sociali - sottolineano dal Presidio - la risposta del quartiere è stata di rilanciare la partecipazione attiva e propositiva per raggiungere dei risultati concreti, quali l'assegnazione degli appartamenti sfitti per l'emergenza abitativa, la bonifica del quartiere, la manutenzione degli edifici, senza dimenticare forme di sostegno al reddito e maggiori servizi". "Abbiamo allestito un presidio permanente con tende, tavoli e sedie in uno dei piazzali di Sant'Ermete, riempito balconi e mura con striscioni e cartelli per ribadire con maggiore forza le nostre istanze: le soluzioni ci sono - aggiungono - per queste ragioni annunciamo la nostra presenza al consiglio comunale di giovedì prossimo".

"Avevano deciso tutto loro, il giorno, la data, il luogo, doveva semmai essere un incontro concordato - spiega l'assessore alle politiche sociali del Comune di Pisa e presidente della Società della Salute Sandra Capuzzi - è vero loro ci hanno invitato, ma noi non avevamo preso nessun impegno a partecipare. E poi dopo l'interruzione dell'assemblea al circolo, dove ci hanno praticamente costretto ad ascoltare le loro ragioni - prosegue l'assessore - non mi sembra che ci siano i presupposti per un incontro, non si può dialogare in un clima di tensione come quello dell'altra sera, per cui in questa situazione nessuna riunione sarà possibile".

I residenti del quartiere lamentano la mancanza di certezze per quanto riguarda i tempi relativi alla costruzione delle nuove case popolari e la presenza di trenta case popolari vuote quando dall'altra parte ci sono persone che vivono in condizioni di estremo degrado, alle prese con sfratti che rischiano di mettere in mezzo alla strada intere famiglie.

"La popolazione è indignata nel vedere una vera e propria emergenza sociale-sanitaria ed economica affliggere il quartiere senza alcun interesse da parte delle istituzioni competenti - affermano dal Presidio Permanente di Sant'Ermete - sono sotto gli occhi di tutte queste situazioni: persone con disabilità che vivono in appartamenti fatiscenti ed anziani senza un'assistenza adeguata; disoccupati e famiglie a basso reddito che vedono tagliati i diritti più elementari come l'acqua, la luce e il riscaldamento. Le famiglie vedono compromessa la possibilità di vivere dignitosamente".

"Vorrebbero tutto e subito, ma non si può - risponde decisa l'assessore Capuzzi - nessun disinteresse da parte delle istituzioni, abbiamo già affrontato le situazioni più delicate e più difficili, ma i tagli non permettono soluzioni immediate, purtroppo non abbiamo le risorse per far fronte subito ai problemi denunciati dai residenti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento