Ospedale Cisanello, problemi a un apparato di rete: possibile rinvio di interventi chirurgici

Rallentamenti nella refertazione radiologica: tac, ecografie, risonanze, radiografie sono eseguite secondo il vecchio sistema, ossia stampando le lastre su pellicola. Garantite le urgenze. Nessun problema nei prelievi di sangue

All’Ospedale di Cisanello, dal pomeriggio di ieri, si stanno registrando rallentamenti nelle procedure di visualizzazione-refertazione degli esami radiologici (sistema Ris-Pacs di Area vasta) per un problema a un apparato di rete, dal quale dipendono alcuni applicativi gestionali. Da diverse ore tecnici specializzati stanno lavorando per ripristinare il corretto funzionamento. Sono garantite comunque tutte le urgenze, nel senso che gli esami strumentali (tac, ecografie, risonanze, radiografie) necessari per tutti gli accessi in Pronto soccorso si stanno effettuando con la procedura tradizionale, ossia stampando le lastre su pellicola e visualizzandole sullo schermo anziché nel pc. Non appena verrà ripristinata la rete, tutti i referti verranno archiviati nel sistema. Nessun problema neppure per gli esami di laboratorio legati alle urgenze, all’interno del Dea-Pronto Soccorso.

Stanno invece risentendo dei rallentamenti tutti i reparti collegati alla Radiodiagnostica, dal momento che il sistema Ris-Pacs funziona al rallentatore. Anche il Centro Trasfusionale sta subendo dei rallentamenti, che si ripercuotono sul lavoro delle sale operatorie, ma gli interventi programmati sono stati eseguiti.

Quanto ai prelievi di sangue per esterni, questa mattina a Cisanello non si sono registrati disservizi e nessun paziente è stato rimandato a casa, grazie al fatto di aver potenziato l’accettazione e le postazioni di prelievo. Sono stati ottimizzati i tempi anticipando in qualche caso i prelievi e registrando successivamente l’accettazione, non appena gli applicativi ripartivano, oppure si è ricorsi alla compilazione manuale dei moduli. In ogni caso tutte le prestazioni sono state garantite, così come i prelievi di tutti i pazienti in terapia anticoagulante orale.

Nessun problema all’accettazione delle visite specialistiche (Cup). Resta esclusa da questo tipo di rallentamenti tutta l’attività assistenziale gestita dagli applicativi allo stabilimento di Santa Chiara, fatta eccezione per la radiodiagnostica (perché il Ris-Pacs fa riferimento sempre all’apparato di rete di Cisanello). I rallentamenti non hanno tuttavia compromesso l’attività chirurgica.

Per la giornata di domani, in via preventiva, in attesa del ripristino della perfetta funzionalità dell’apparato di rete guasto, la Direzione ha inviato informativa a tutti i reparti che utilizzano il sistema Ris-Pacs (sale operatorie, ambulatori chirurgici, radiologia interventistica) dei possibili rallentamenti, lasciando ai professionisti la valutazione dei casi in cui è possibile eseguire in sicurezza l’intervento chirurgico. E’ stata inoltre riprogrammata la preospedalizzazione, in riferimento ai soli esami radiologici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento