Marina di Pisa: il progetto per riqualificare Piazza Gorgona

Il documento, approvato nei giorni scorsi, prevede di eliminare il traffico veicolare sulla viabilità fronte mare della piazza con il completo rifacimento delle superfici pavimentate e a verde

Piazza Gorgona oggi. Sotto il progetto di rifacimento e alcuni dettagli degli arredi urbani

Procede la progettazione della nuova Piazza Gorgona, a Marina di Pisa. Nei giorni scorsi è stato infatti approvato il progetto esecutivo per riqualificare l'area: il Comune procederà quindi all’affidamento dei lavori per un importo a base di gara di 428mila euro. L'intervento, fanno sapere dall'Amministrazione Comunale, è inserito piano dei lavori pubblici del 2020, anche se dovrebbe partire "non prima di settembre" con una durata prevista del cantiere di circa 5 mesi.

Il progetto

L’intervento, si legge nella relazione del progettista, Roberto Pasqualetti, "è inserito nell’ambito del progetto unitario di riqualificazione del litorale di Marina di Pisa" e prevede "la ripavimentazione, il rifacimento completo del verde e il rinnovo dell’arredo urbano". Le condizioni attuali della piazza presentano, secondo il Comune, "una totale mancanza di verde fruibile e una organizzazione assai poco funzionale ad una fruizione pedonale per la sosta e lo svago".

Marina: ecco come sarà la nuova piazza delle Baleari

Il progetto prevede quindi "il completo rifacimento delle superfici pavimentate e a verde con una impostazione completamente rivista rispetto all’attuale, che privilegi le attività di passeggio e sosta pedonale, con una particolare attenzione alle attività di gioco bimbi, alle quali sarà dedicata una intera area". Verrà quindi eliminato "il traffico veicolare sulla viabilità fronte mare, in modo l’area possa essere completamente fruibile ai pedoni senza interferenze". Il verde sarà "costituito da prato, cespugli di essenze colorate e profumate e piantumazioni ad alto fusto adatte all’ambiente come le tamerici" con i percorsi all’interno dell’area verde che saranno "pavimentati in calcestruzzo architettonico, mentre la zona gioco bimbi in pavimentazione antitrauma". Saranno inoltre collocate "vasche per il contenimento delle essenze a basso fusto sul lungomare, in modo da formare un filtro visivo con le barriere degli scogli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel progetto si prevede anche l'installazione di videosorveglianza. "E' attualmente presente un impianto di illuminazione - si legge ancora nella relazione del progettista - recentemente ristrutturato che riteniamo idoneo ed un impianto di smaltimento acque piovane adeguato, salvo procedere ad una piccola integrazione di alcune griglie di raccolta. Sarà infine realizzato un impianto di irrigazione con vasca di accumulo e pompa ad immersione direttamente collegato con l’acquedotto e funzionante ad uso cantiere per 3 anni, mentre nel frattempo sarà istruita la pratica per la realizzazione del pozzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua potabile, dal 1° luglio scatta il divieto di uso improprio

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

  • Piazza delle Vettovaglie: steward colpito in testa da una bottigliata

Torna su
PisaToday è in caricamento