Vigili del Fuoco: a Pisa il progetto europeo per maggiore efficienza negli interventi d'emergenza

Gli studi di settore e le analisi si terranno in città dal 16 al 18 luglio

La squadra USAR intervenuta nel caso dell'Hotel Rigopiano

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, tramite il Comando Provinciale di Pisa per la prima volta, è coordinatore di un importante progetto europeo della durata di 24 mesi che vede tra i partner il Comando Regionale dei Vigili del Fuoco di Moravia e Slesia (Rep. Ceca); l'Istituto di ricerca antincendio della Polonia e Timesis srl (Italia).

Il progetto, denominato EASeR (Enhancing Assessment in Search and Rescue), finanziato dal Meccanismo Europeo di Protezione Civile, ha l'obiettivo di contribuire a superare gli elementi che ostacolano la valutazione dello scenario e del contesto operativo e quindi a migliorare l'efficienza delle operazioni di ricerca e salvataggio sotto le macerie.

Gli elementi ostativi sono stati definiti 'Effetto Barriera' e si riferiscono specificatamente a ostacoli dovuti a variabili ambientali (come violente precipitazioni o esodo di mezzi e persone non controllato o disordinato) e/o alla gestione del flusso di informazioni. L'esperienza maturata in questi ultimi anni dai Team USAR italiani in occasione di interventi rilevanti in ambito nazionale e internazionale hanno dimostrato che 'l'Effetto Barriera' può seriamente intralciare la valutazione del contesto operativo, riducendo l'efficacia e la rapidità dell'intervento di soccorso.

Il Progetto EASeR, per gli obiettivi che si prefigge, intende adottare la seguente strategia di lavoro: analizzare lo stato dell'arte; fornire procedure operative da convalidare in Italia; fornire raccomandazioni di riferimento internazionale; identificare nuove tecnologie e sviluppare quelle esistenti quali strumenti a sostegno del sistema di valutazione dello scenario e del contesto operativo in caso di emergenza (software, droni ecc…). 

Nell'ambito del progetto, dal 16 al 18 luglio si svolgerà a Pisa una riunione con i partner cechi e polacchi alla quale parteciperanno rappresentanti del Ministero dell’Interno, CNVVF e Protezione Civile del Comune di Pisa. I due giorni di lavoro si apriranno nella cornice del Palazzo dei Cavalieri di Santo Stefano e si concluderanno con la visita del campo macerie del Comando di Pisa, strumento di formazione tecnica avanzata per soccorritori. Al termine saranno predisposti gli indici delle procedure per l’Italia e le raccomandazioni internazionali da presentare ad ottobre a Varsavia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

Torna su
PisaToday è in caricamento