Riqualificazione in zona stazione: sono ben accetti i consigli dei cittadini

Il progetto è esposto al Cinema Teatro Nuovo. I visitatori avranno a disposizione una scheda per partecipare attivamente, esprimendo la propria opinione. L'obiettivo è di trasformare la stazione in un'area dinamica

Il CTP 4 (Centro Territoriale Permanente), inaugura un nuovo percorso partecipativo per il Progetto Stazione. Le proposte e le idee dei cittadini verranno prese in considerazione, attraverso la compilazione di una scheda appositamente predisposta o rispondendo ad alcuni quesiti sul sito del comune. La mostra è composta  in tutto da 11 pannelli, che ora sono esposti nel cinema della Stazione ma che da gennaio verranno spostati alla Stazione Leopolda.

Il piano prevede la completa riorganizzazione dell'area, che va dalla stazione Centrale a Piazza Vittorio Emanuele II. Verrà creato un asse viario al centro della strada, dove adesso ci sono le aiuole. Ai lati una formazione di un'area pedonale con l'installazione di alcuni manufatti e un punto di informazione per i turisti. Inoltre per migliorare il flusso del traffico pedonale, lasciando libero solo il passaggio delle auto, verrà costruito un breve sottopassaggio, lungo una decina di metri.

"Sarà costituita un'unica strada e verrà allargato il marciapiede di fianco alle logge - annuncia il sindaco Marco Filippeschi - il sottopassaggio è stato ideato per evitare la troppa affluenza del traffico pedonale che congestiona di conseguenza quello veicolare. Il progetto prevede un miglioramento della zona stazione, che va ripulita e rivalutata. A nostro avviso, ne gioveranno anche i commercianti".

David Gay, assessore comunale alla mobilità e sicurezza urbana, parla dell'importanza dei lavori che coinvolgono la zona e in generale tutta la città. Cinque dei 14 progetti del Piuss interessano le aree di pertinenza del CTP 4, anche l'area della stazione rientra tra i progetti strategici per la definizione del nuovo assetto cittadino. "Stiamo portando avanti una serie di lavori organici - dice l'assessore Gay - ora c'è anche la novità del progetto partecipativo. Terremo conto di tutte le osservazione dei cittadini".

Oltre alla zona della stazione, verranno effettuati interventi anche in altre aree. "Durante il 2012, interverremo su Via Gramsci e - aggiunge l'assessore Andrea Serfogli - finiremo la rotonda che fa accedere ai parcheggi di Piazza Vittorio Emanuele II, togliendo i bomboloni di plastica. Infine riasfalteremo Via Corridoni, nella stessa via son stati finiti da poco anche i lavori di illuminazione".Filippeschi Progetto stazione

A fine gennaio, quando le esposizioni saranno concluse, verrà organizzata un'assemblea pubblica tra le autorità e i cittadini per un confronto sulle tematiche e i problemi che emergeranno. Il CTP 4 farà un quadro generale della situazione da presentare all'amministrazione Comunale, che valuterà e approverà il progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la tempistica dei lavori, gli assessori assicurano che si tratterà di tempi abbastanza brevi. Si parla di circa un anno e mezzo, per un totale di 3 milioni di euro. "Un altro grande investimento per riqualificare  la città - conclude Filippeschi - bisogna pensare all'area attorno alla stazione in modo più dinamico e vitale, adesso è una semplice zona di passaggio in stato di abbandono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento