A Pisa in risciò: un tour in città per i consiglieri Bani e Buscemi

Un giro dimostrativo per spingere, ancora una volta, la giunta comunale a concedere un permesso provvisorio a Roberto Alberti affinchè possa lavorare portando i turisti a bordo del suo risciò, in attesa del Regolamento

Marco Bani e Riccardo Buscemi sul risciò

Con la stagione estiva alle porte un bel giro in risciò ad ammirare le bellezze della città della Torre sarebbe davvero una bella idea per attirare turisti alla ricerca di un mezzo alternativo per spostarsi tra strade, piazze e monumenti pisani. Ma l'idea di Roberto Alberti, il progetto Pedicab, è destinata, per il momento a restare un sogno nel cassetto, visto che manca il Regolamento comunale che lo disciplini. Nonostante i cavilli burocratici però Alberti non demorde, e con lui i consiglieri comunali Marco Bani (PD) e Riccardo Buscemi (PDL) che proseguono il loro pressing sulla giunta affinchè conceda l’autorizzazione provvisoria a Roberto Alberti per svolgere il suo servizio di risciò a Pisa. Il “tandem” Bani e Buscemi ha sperimentato il servizio facendosi scarrozzare per un breve tratto sotto Palazzo Gambacorti, dove era riunito il consiglio comunale, per mostrare alla città ma soprattutto alla giunta la bontà dell’idea di Alberti. Ecologico, silenzioso, non ingombrante e soprattutto un lavoro per Alberti che, perduto il suo precedente impiego, si è inventato una professione.

Iscritto al Centro dell’Impiego, Alberti, forse senza troppe speranze di trovare un lavoro dipendente, molto pragmaticamente ha rotto gli indugi e si è inventato, più che un lavoro, un’opportunità di lavoro.
Infatti il risciò non è una sua invenzione visto che, dopo i cinesi, sono già tantissime le città italiane che hanno autorizzato il servizio: Alberti è stato solo il primo che ha pensato di farlo a Pisa.

Ma dopo sei mesi dalla presentazione della regolare domanda all’amministrazione comunale per ottenere una regolare autorizzazione, Alberti non ha mai ottenuto una risposta. L’assessore alle attività produttive Giuseppe Forte ha poi annunciato per la fine dell’estate un Regolamento per gestire il trasporto atipico, fra cui forse il risciò. Troppo attesa per Alberti, con un’indennità di disoccupazione in scadenza prima dell’estate: da qui la richiesta di Bani e Buscemi al sindaco di concedere un’autorizzazione provvisoria, anche per sperimentare il servizio, in attesa del Regolamento.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Semiraca
    Semiraca

    E roba da matti.... Questo comune invece di agevolare il lavoro per migliorare il turismo lo distrugge.....

  • Sì Tiziano è un consigliere comunale del Pd...i Bani in consiglio sono due!

  • Questo Marco Bani, siamo sicuri che sia consigliere? Il consigliere socialista si chiama Giuliano Bani. Per favore verificate che non si tratti di un caso di omonimia. Grazie

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Canapisa, il Consiglio Comunale: "Sia svolta a rotazione anche in altri comuni"

  • Cronaca

    Viale delle Piagge, bocconi avvelenati: cani in pericolo

  • Cronaca

    San Marco-San Giusto: parte il piano delle riasfaltature

  • Cronaca

    Daspo ai tifosi nerazzurri, Ucic-Prc: "Alla faccia del diritto alla libertà di circolazione"

I più letti della settimana

  • Il delfino dell'Arno è malato: sarà riaccompagnato in mare

  • San Giuliano Terme: anziano ritrovato senza vita

  • Visita sulle Mura Medievali: nuova apertura straordinaria gratuita

  • Università: gli atenei pisani fra i migliori d'Italia per l'Anvur nella ricerca

  • Via Francesco da Buti, rapina al supermercato: fermato un bandito

  • Peccioli, fuori strada con l'auto: paura per una ventenne

Torna su
PisaToday è in caricamento