Progetto 'Robotica Educativa Junior': la robotica si impara al Fascetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Sono otto le scuole Medie dislocate tra i Comuni di Pisa, San Giuliano e Calci che hanno aderito al progetto di 'Robotica Educativa Junior' organizzato dall'Ipsia Fascetti in questo all'inizio di novembre. L'idea di assemblare un piccolo robot con cui partecipare alla Robofesta del prossimo aprile è stata condivisa con entusiasmo al punto che a fine gennaio ammontano a 41 i robot assemblati dai settantasette alunni appartenenti alle scuole 'Niccolini' di San Giuliano Terme, 'Fucini' di Pisa, 'Gereschi' di Pontasserchio, 'Toniolo' di Pisa e Calci.

La nutrita comitiva calcesana, accompagnata dalle docenti Stefania Vangeli, Ketty Cionini, Lucia Marzia Picchetti e Cecilia Diara e stata accolta nei giorni scorsi dagli alunni della Quinta Manutentori, Omar Benchekroun, Nicola Contussi, Pasquale Cozzolino, Daniele Lombardini, Marco Nicolini, Gabriele Pancani, Francesco Piras e da quelli della classe Quarta Manutentori, Alberto Domi, Dario Fanucci e Ayou Amdiaze per il processo di peer educational che ha consentito di supportare i ragazzi nel montaggio dei robot. Coinvolti anche alunni della classe Quita Odo/B, Gabriele Aliberti, Abdelkabir Oubamou, Taul Moisa, Mario Selvaggi, Gabriele Riccomini, Martina Lucarelli e della Quita Ottici, Rachele Iafrate, Glenda Marconato, Irene Bracaloni, Elena Zanetti, Desireè Catarsi e Veronica Mosti che hanno onorato al meglio il loro ruolo all'interno del comitato di accoglienza.