Addio ai codici colore: parte 'la rivoluzione' nei Pronto Soccorso di Pontedera e Volterra

A partire dalla prossima settimana partirà il nuovo sistema regionale con codici di priorità numerici che andranno dall'1 al 5. I tempi di attesa saranno così ridotti

Addio ai codici colore utilizzati fino ad oggi per definire il livello di urgenza al momento del triage: dalla prossima settimana nei pronto soccorso di Pontedera (inizio lunedì 15 aprile) e Volterra (inizio martedì 16 aprile) partirà il nuovo sistema regionale con codici di priorità numerici che andranno dall'1 (emergenza) al 5 (non urgenza).

"Nel nuovo modello - spiega Ferdinando Cellai, direttore del dipartimento di Emergenza Urgenza - l'organizzazione del Pronto Soccorso è stata ridisegnata a partire dalla funzione di triage che non si limiterà a 'mettere in fila' i pazienti per essere visitati dal medico dando priorità alle situazioni a maggiore gravità, ma orienterà da subito i pazienti verso i percorsi di cura più appropriati. Diversamente da quanto accaduto fino ad ora il paziente sarà accolto in base al suo bisogno clinico ed alla complessità assistenziale necessaria per una gestione adeguata. I pazienti valutati con codice 1 saranno assegnati all'area ad alta complessità clinico-assistenziale, i pazienti con codice 2 e 3 all'area a complessità clinico-assistenziale intermedia e quelli con codice 4 e 5 all'area a bassa complessità".

La segmentazione dei flussi avrà come effetto immediato quello di migliorare i tempi di attesa. "La scelta fra percorso con complessità alta, intermedia o bassa - dice Alberto Conti, responsabile Area Emergenza Urgenza - avviene sulla base di una valutazione complessiva che comprende le condizioni cliniche del paziente e il rischio evolutivo della patologia, ma anche dei suoi bisogni assistenziali e quindi dell'assorbimento di risorse necessarie. Dalla combinazione di questi elementi l'utente sarà indirizzato verso un percorso con complessità clinico assistenziale differenziata rispondendo in maniera tempestiva con le risorse più appropriate".

Non si tratta di una semplice trasposizione dei codici di priorità usati attualmente "perchè - prosegue Conti - ad esempio, la linea a 'bassa complessità' comprenderà sicuramente i codici minori, ma non soltanto quelli. Vi rientreranno, ad esempio, anche i casi che prevedono il rinvio immediato (Fast Track) alla gestione specialistica e che quindi per il pronto soccorso hanno un ridotto 'assorbimento di risorse'. Nelle complessità intermedia e bassa sono poi previsti per i pazienti con bisogni particolari percorsi di tipo pediatrico, ostetrico-ginecologico, paziente con agitazione psico-motoria, paziente con disabilità complessa, vittime di violenza e malato infettivo".

Questa rimodulazione sarà possibile anche grazie all’applicazione dei nuovi standard informativi assicurati da un nuovo software gestionale FirstAidWeb che sarà progressivamente utilizzato in tutti i Pronto Soccorso della Toscana. La transizione dei gestionali sarà effettuata nelle notti precedenti all’avvio del sistema grazie anche alla presenza di tecnici Estar che sovraintenderanno a livello informatico al passaggio. "Si tratta quindi di un miglioramento - conclude l'Usl Toscana nord ovest - ma nei primi giorni di attuazione ci potranno essere alcuni rallentamenti legati all’introduzione del nuovo sistema. Noi, da parte nostra, rafforzeremo comunque la presenza di personale infermieristico per agevolare la fase di passaggio che prevede l'inserimento manuale dell'anagrafica".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento