Migranti protestano nella struttura di accoglienza: "Dateci i soldi per acquistare cibo etnico"

Alcuni ospiti della struttura hanno rifiutato il cibo offerto. Il presidente della Cri Cerrai: "Troppi migranti qui, non possono cucinare ognuno per proprio conto"

(foto d'archivio)

Una cinquantina di migranti hanno protestato ieri, 10 ottobre, nell'ex Convento del Cottolengo a San Giuliano Terme. Nella struttura di accoglienza gestita dalla Croce Rossa gli ospiti hanno rifiutato il cibo e hanno chiesto soldi per poter acquistare pietanze etniche. Una soluzione già adottata anche in altre strutture ma che in questo caso, come ha sottolineato il presidente della Cri di Pisa Antonio Cerrai, "non è adottabile in quanto i numeri delle presenze non lo consentono: qui ci sono 178 persone e non è possibile che ciascuno pretenda di cucinare per se stesso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio è stato commentato dalla sezione Valdiserchio della Lega Nord che ha espresso "fermamente il proprio disappunto per le continue richieste sempre più dettagliate ed esigenti, sintomo non di spirito di adeguatezza e gratitudine per l'ospitalità e i comforts loro offerti dall'amministrazioni locale e dei quali non godono neanche i cittadini italiani che giornalmente faticano e lavorano per procurarsi un tetto, il cibo, cellulare , wifi e quant'altro". "Tale mancanza di riconoscenza e le continue proteste di insoddisfazione - proseguono dalla Lega Nord - mal si addicono a persone ospiti di uno stato straniero che si dicono in fuga da guerre e persecuzioni e che qui trovano accoglienza, vitto e alloggio e molto altro e tutto offerto da uno stato fin troppo generoso con loro come invece non si dimostra con i propri connazionali. La Lega Nord Valdiserchio prende atto e fermamente sostiene: prima l'Italia agli italiani!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua potabile, dal 1° luglio scatta il divieto di uso improprio

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Piazza delle Vettovaglie: steward colpito in testa da una bottigliata

Torna su
PisaToday è in caricamento