San Giuliano Terme, pulizia al Fosso del Mulino: 20 sacchi di rifiuti raccolti

L'intervento è avvenuto lo scorso 22 gennaio. Coinvolti 20 volontari dell'associazione SAVA e un mezzo della società GeSTe. Il sindaco Di Maio: "La tutela dell’ambiente è un punto fermo della nostra azione politica"

(foto d'archivio)

Pulizia straordinaria del Fosso del Mulino a San Giuliano Terme, nel tratto dal semaforo al passaggio a livello, lo scorso 22 agosto.

Nelle operazioni sono stati impegnati circa 10 volontari della Associazione SAVA (Squadra Antincendio Volontari di Asciano) e un mezzo cassonato della Società GeSTe (Società in house del Comune) la quale ha fornito anche gli strumenti e il materiale per il recupero dei rifiuti; il Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno ha fornito 10 paia di stivali a coscia.

Sono stati raccolti circa 20 sacchi di materiale vario non biodegradabile (vasi di plastica, sacchi di plastica ecc.) e si sono resi necessari circa quattro carichi con il mezzo di GeSTe.

Il sindaco Sergio Di Maio si dichiara soddisfatto dell’esito dell’iniziativa e ringrazia tutti i soggetti che ne hanno permesso la realizzazione: “La tutela dell’ambiente è un punto fermo della nostra azione politica e la pulizia del Fosso del Mulino nel tratto interessato  deve intendersi come un primo esempio di numerose operazioni simili che questa Amministrazione si propone di promuovere e sostenere nella corrente legislatura”.

Marco Monaco, presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, che con il Comune ha organizzato l’intervento, aggiunge: “La nostra missione è la salvaguardia idraulica e la sicurezza della popolazione e ambientale, e l’operazione di pulitura del Fosso del Mulino a San Giuliano Terme di venerdì 22 agosto è solo l’inizio di un programma che stiamo mettendo a punto su tutto il territorio. Auspico quindi l’istituzione del 'Contratto di fiume' che consente a tutti i portatori di interessi pubblici (Enti e Consorzio 4 Basso Valdarno) ma anche istituzioni private a carattere sociale e l’associazionismo, di creare un tavolo di lavoro permanente per la gestione e manutenzione del canale”.

Infine, sia il sindaco Di Maio che il presidente Monaco esprimono la volontà di lavorare al rinnovo del protocollo d’intesa sottoscritto con la precedente amministrazione, per gli interventi che devono essere fatti insieme, specialmente sul reticolo fognario che confluisce nella rete idraulica gestita dal Consorzio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento