Muore a 29 anni stroncata da un malore

Rachele Mancini si era sentita male in casa ed aveva perso i sensi. Autorizzato l'espianto degli organi

Rachele Mancini sorridente in una foto da Facebook

Un malore, un'emorragia cerebrale, che non ha dato scampo a Rachele Innocenti Mancini, morta ieri sera, giovedì 11 aprile, all'ospedale Cisanello dove era ricoverata da un paio di giorni. La ragazza, figlia di Paolo Mancini, ex consigliere comunale a Pisa morto nel 2013 e nipote di Virginia Mancini, attuale consigliere comunale di Forza Italia e presidente del Museo della Grafica, ha accusato un dolore alla testa martedì sera ed è poi caduta a terra priva di sensi. La corsa in ospedale, il coma fino alla decisione ieri sera, dopo la dichiarazione di morte cerebrale, di staccare i macchinari.
La giovane, molto conosciuta, era titolare insieme alla madre dell'autoscuola '4 Ruote' di Pisa.
La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi per dare così una speranza di vita ad altre persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento