Muore a 29 anni stroncata da un malore

Rachele Mancini si era sentita male in casa ed aveva perso i sensi. Autorizzato l'espianto degli organi

Rachele Mancini sorridente in una foto da Facebook

Un malore, un'emorragia cerebrale, che non ha dato scampo a Rachele Innocenti Mancini, morta ieri sera, giovedì 11 aprile, all'ospedale Cisanello dove era ricoverata da un paio di giorni. La ragazza, figlia di Paolo Mancini, ex consigliere comunale a Pisa morto nel 2013 e nipote di Virginia Mancini, attuale consigliere comunale di Forza Italia e presidente del Museo della Grafica, ha accusato un dolore alla testa martedì sera ed è poi caduta a terra priva di sensi. La corsa in ospedale, il coma fino alla decisione ieri sera, dopo la dichiarazione di morte cerebrale, di staccare i macchinari.
La giovane, molto conosciuta, era titolare insieme alla madre dell'autoscuola '4 Ruote' di Pisa.
La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi per dare così una speranza di vita ad altre persone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento