Pontedera, picchiata dalle coetanee: tredicenne rischia di perdere un occhio

L'episodio di bullismo è raccontato dal quotidiano La Nazione. La vittima era accusata di guardare con troppo interesse un ragazzino, fidanzato e fratello delle due bulle. La ragazzina ha avuto il distacco della retina

L'hanno fatta uscire da casa con la scusa di andare a fare una passeggiata, poi poco dopo l'hanno picchiata. Calci e pugni ad una ragazzina di appena tredici anni, accusata di guardare con troppa attenzione un ragazzo coetaneo. E coetanee sono anche le due autrici dell'aggressione, due ragazze, rispettivamente fidanzatina e sorella del giovane oggetto delle mire della povera vittima. L'episodio, avvenuto a Pontedera, è raccontato oggi dal quotidiano La Nazione.

La ragazzina è tornata a casa con il viso pieno di lividi e sangue. I genitori l'hanno subito accompagnata al Pronto Soccorso, dove purtroppo è stato diagnosticato il distacco della retina: la tredicenne in poche parole rischia di perdere un occhio. Con il referto dell'ospedale in mano, i genitori si sono rivolti al Commissariato di Pontedera.

E' l'ennesimo episodio di bullismo che si verifica in Valdera: questa volta le autrici sono poco più che bambine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento