Rete idrica...all'amianto, Antoni (M5S): "Vogliamo saperne di più"

Dopo la risposta dell'assessore Andrea Serfogli, l'esponente grillina chiede che l'argomento venga affrontato nella prossima seduta della Commissione Ambiente e aggiunge: "Le condutture dell'acqua sono in condizioni pessime però le bollette sono tra le più care di tutta la Regione"

“Non ci convincono per nulla le risposte dell’assessore Serfogli sulla percentuale di rete idrica cittadina costituita da tubature di cemento amianto”. Così Valeria Antoni, capogruppo in Consiglio Comunale del Movimento 5 Stelle, che, cronologicamente parlando, è stata la prima consigliera comunale a sollevare la questione della presenza di eternit nella rete idrica pisana.

“Ho chiesto subito - ha poi aggiunto la battagliera esponete pentastellata - che questa vicenda sia messa al primo punto dell’ordine del giorno della prossima seduta della Commissione Ambiente del Consiglio Comunale sia per capire e vigilare sulle analisi richieste dal Comune, sia per capire il programma di sostituzione delle condutture che, tra l’altro, hanno oltretutto una dispersione enorme rispetto a quanto viene trasportato ogni giorno nelle nostre case. Tutto questo poi a fronte del triste primato di bolletta più cara al livello regionale anche se ovviamente siamo comunque certi che l'Amministrazione sia al nostro fianco nella battaglia contro l'amianto in ogni sua forma anche perché non si può pretendere che i cittadini rispettino le norme che gli enti locali sono poi i primi a trasgredire…o no?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

Torna su
PisaToday è in caricamento