Viabilità: riaperta la strada provinciale del Monte Serra

Terminati i lavori sulla SP 56 del Monte Serra dopo gli incendi. Potrà essere provvisoriamente richiusa in caso di maltempo

Riapre al traffico la strada provinciale del Monte Serra. A dare l'annuncio è il presidente della provincia di Pisa Massimiliano Angori, intervenuto a Calci in occasione della visita del governatore della Toscana Enrico Rossi per il sopralluogo sui luoghi dell'incendio del settembre scorso. "Voglio esprimere il mio grazie a tutti, ai volontari, al personale, ai tecnici della Provincia per aver raggiunto questo obbiettivo così atteso e importante" ha aggiunto Angori, e il sindaco di Calci Ghimenti ha aggiunto: "Ringrazio la provincia di Pisa e i suoi tecnici per averci consegnato la strada, che permetterà di far rivivere il Monte Serra, e invito tutti a tornare su questa strada per far riprendere l'economia legata al nostro Monte".

La riaperta completa al traffico avviene a partire da venerdì 21 dicembre 2018, tuttavia l’apertura potrà essere garantita solo in presenza di condizioni meteorologiche buone o con previsione di precipitazione cumulate nelle 6 ore di entità non superiore a 30 millimetri. Con previsioni di intensità superiori o diramazioni di allerta meteo arancione, o anche allerta gialla per vento, occorrerà in via precauzionale chiudere al transito il tratto di strada compreso tra il km 5+150 ed il km 7+700. La successiva riapertura dovrà essere subordinata alla verifica degli eventuali danni arrecati.

Ecco i dettagli dell'intervento:

1) La pulizia delle scarpate, della sede stradale, e la pulizia idrodinamica dei pozzetti e tubazioni per lo scarico delle acque meteoriche, dal km 3+000 al km 6+000 della SP56, affidati con Verbale di Somma Urgenza, sono iniziati il 29/10/2018 e terminati il 10/11/2018, per una spesa di circa 32mila euro Iva compresa. Grazie alla collaborazione con il personale forestale della Regione Toscana, che ha messo a disposizione con escavatore tipo 'ragno', è stato risolto anche il problema al traversante ubicato al km 4+500 circa liberando l'occlusione che ne impediva il corretto funzionamento. E' stata completata anche la pulizia delle scarpate e della sede stradale dal km 6+000 al km 7+700 della SP 56 da parte degli operai forestali dell'Unione Montana Alta Val di Cecina, sfruttando una convezione sottoscritta con la Provincia: la spesa di questi ulteriori interventi, qualificandosi come rimborsi delle spese ammonta a 6mila euro.

2) Il ripristino delle pavimentazioni stradali dal km 3+850 al km 5+400 della SP56, sono iniziati il 20/11/2018 e terminati il 23/11/2018 per una spesa di 74.400 euro Iva compresa. I lavori sono stati completati e, dopo una prima fase in cui erano emersi problemi nella corretta posa del conglomerato bituminoso, sono stati riparati e ora consentono di riaprire completamente al traffico la viabilità. L'installazione dei sistemi di ritenuta (guard rail) dal km 3+300 al km 7+700 circa della SP56, affidati con perizia suppletiva su appalto di manutenzione in essere, sono iniziati il 15/11/2018 e completati il 10/12/2018 per una spesa di € 87.901,30 Iva compresa. I lavori per l'installazione la segnaletica verticale, eseguiti in economia diretta per una spesa di 2.400 euro sono ultimati.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

Torna su
PisaToday è in caricamento