menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Comune di Pisa: "Cittadinanza onoraria al superstite eritreo"

Il Consiglio comunale ha approvato la mozione e invierà una richiesta al Governo, chiedendo la cittadinanza italiana per l'unico superstite eritreo dell'ultima tragedia del Mediterraneo

Ieri, il consiglio comunale ha approvato all'unanimità una mozione urgente, presentata da Marco Bani e Luigi Branchitta del partito democratico. Così il Comune si impegna a inviare una richiesta formale al Presidente della Repubblica, Parlamento e Governo per sostenere il conferimento della cittadinanza italiana all'unico superstite eritreo, dopo la terribile tragedia avvenuta nel Mediterraneo.

"Qualche giorno fa l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati - si legge nel testo della  - ha dato la notizia della morte di 55 persone nel tentativo di giungere via mare in Italia dalla Libia. L'unico superstite, un cittadino eritreo, racconta che tutti gli altri passeggeri sarebbero morti di disidratazione dopo un calvario durato 15 giorni. L'Unhcr stima che finora circa 170 sono morte o disperse nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere le coste europee dalla Libia ancora insicura. Uno stillicidio continuo, che lascia tanti dubbi: possibile che in uno dei mari più trafficati nessuno abbia visto l'odissea di questi disperati?".

L'obiettivo della mozione è però anche quello di rilanciare il tema dello Ius soli: un intervento di tutti i livelli istituzionali affinché gli ostacoli che impediscono l'esercizio di cittadinanza agli stranieri nati in Italia siano rimossi. Si valuta anche la possibilità di conferire la cittadinanza onoraria simbolica ai bambini nati da stranieri, ma che risiedono a Pisa, così come già fatto in molti altri enti locali italiani". (Fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Piazza Duomo: falso allarme bomba dietro alla Torre

    • Cronaca

      Canapisa: cinque persone arrestate e diversi segnalati

    • Cronaca

      San Giusto, spari all'alba: fermati due ladri

    • Eventi

      Giugno Pisano, presentato il programma: quasi 200 eventi da fine maggio a luglio

    Torna su