Meno posti letto d'estate all'ospedale: "Pronto Soccorso invariato, garantiti gli standard"

L'Azienda Ospedaliera illustra i criteri di riduzione dei posti letto in base ad afflussi e ferie del personale. Ad agosto la riduzione è di quasi il 20%

L'Azienda Ospedaliera monitora l'andamento del piano della rimodulazione dei posti letto in ospedale per l'estate 2018, in considerazione della fisiologica riduzione degli accessi e per consentire al personale di usufruire delle ferie. La riduzione più rilevante è quella del mese di agosto, con una riduzione di posti letto disponibili pari quasi al 20%. Calo che si riduce a circa il 9%, 100 posti letto chiusi, per luglio e settembre. 

"Il criterio seguito, come tutti gli anni - spiega l'azienda - è stato di lasciare invariate tutte le attività d'urgenza e quelle di settori nevralgici come le terapie intensive, i trapianti, il centro ustioni, le traumatologie, e di ridurre le attività omogenee e programmate, continuando comunque a garantirle ma accorpando strutture 'omologhe'. Stesso discorso per quanto riguarda i percorsi oncologici, con il mantenimento dell'attività diagnostica, chirurgica e di refertazione secondo gli standard di sicurezza previsti caso per caso. Pur registrando quindi un calo di presenze in termini di personale sanitario in servizio, le risorse sono state calibrate sul numero dei posti letto attivi per cui il rapporto, sia nelle degenze sia nelle attività ambulatoriali, è conforme agli standard di sicurezza".

posti letto ospedale estate 2018-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Riguardo al Pronto Soccorso - prosegue l'Aoup - che, a differenza degli altri reparti, non registra mai cali di accessi in concomitanza dei periodi festivi o di ferie, sono stati mantenuti invariati i posti letto in area medica così come quelli in area critica, proprio per fronteggiare sia il fisiologico riacutizzarsi delle patologie dei pazienti cronici dovuto alla stagione calda sia l'aumento dei traumatismi legati alle vacanze. Ciò non toglie che potranno comunque determinarsi, in giornate di particolare iperafflusso, delle attese per i codici di minore gravità ma le attività sanitarie saranno garantite in sicurezza, grazie alle misure preventive intraprese, come sempre avviene in tutti i periodi dell’anno da cosiddetto bollino rosso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ospedale Cisanello si prepara al picco: "E' previsto nel prossimo fine settimana"

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 265 nuovi casi positivi, 19 morti in 24 ore

  • Trovato morto in Austria: avviate le indagini

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

Torna su
PisaToday è in caricamento