Studentesse morte in Spagna: arrivate a Pisa le prime tre salme

All'aeroporto 'Galilei' il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi e il prefetto Attilio Visconti

E' atterrato a Pisa poco prima delle 23 il velivolo dell'Aeronautica Militare che ha riportato in Italia le salme di tre delle sette studentesse italiane morte domenica scorsa in Catalogna nel bus che trasportava un gruppo di studenti Erasmus: Francesca Borrello, Serena Saracino ed Elisa Scarascia Mugnozza. Le tre salme a bordo di carri funebri hanno proseguito poi il loro viaggio rispettivamente per Genova, Torino e Roma. Ad accogliere i corpi delle giovani vittime c'era il ministro dell'Istruzione Università e Ricerca Stefania Giannini, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il prefetto Attilio Visconti ed un picchetto d'onore della 46ª Brigata Aerea dell'Aeronautica Militare. 

A causare il terribile incidente sarebbe stato un colpo di sonno dell'autista che ora è indagato per omicidio colposo plurimo. Gli inquirenti avevano ipotizzato subito il 'fattore umano' come causa del drammatico incidente. L'autista, con 17 anni di esperienza sulle spalle, era risultato negativo ai test per alcol e droga.

Potrebbe interessarti

  • Estate in spiaggia ma occhio agli altri: ecco il bon ton del Codacons

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

Torna su
PisaToday è in caricamento