Sculture di Kan Yasuda tra i rifiuti, il Comune: "Bidoni aggiuntivi, ma continua l'inciviltà"

Da Palazzo Gambacorti fanno il punto sull'organizzazione della pulizia delle strade nel centro città e condannano il comportamento dei fruitori degli spazi

La sfilza di rifiuti che 'popola' Piazza dei Cavalieri al risveglio, dopo l'ennesima notte di movida pisana, venerdì mattina, 1 luglio, aveva un sapore, se mai fosse possibile, ancora più acuto. Certo già la piazza in se' è una vera opera d'arte, ci mancherebbe, ma oggi oltre ad essa sono state sfregiate le opere d'arte dello sculture Kan Yasuda, una mostra a cielo aperto inaugurata proprio giovedì pomeriggio e che una manciata di ore dopo ha già toccato con mano gli effetti delle notti di festa pisane. Una mancanza di rispetto che è rimbalzata sui social con commenti di condanna e richieste di controlli più serrati.

"Negli ultimi anni il Comune ha potenziato il servizio di pulizia e lavaggio delle strade del centro cittadino, con l’aumento di uomini e mezzi impiegati e il posizionamento di bidoni aggiuntivi - si affrettano a dire da Palazzo Gambacorti, dove sicuramente hanno mal digerito il mancato rispetto per le opere dello scultore giapponese - anche questa mattina il servizio è stato effettuato da 22 operatori e 6 mezzi e si è concluso intorno alle ore 8.30 per i molti rifiuti trovati. L’inciviltà dei fruitori degli spazi, documentata dalle immagini delle prime ore mattutine, è ancora più evidente dato che in città è stata inaugurata proprio ieri la mostra 'en plen air' delle opere di Yasuda Kan. Soprattutto in Piazza dei Cavalieri, oggetto di numerosi interventi di riqualificazione negli ultimi anni: la lastricatura, la nuova illuminazione, la ristrutturazione della Chiesa di Santo Stefano, del Palazzo della Canonica e della scala del Palazzo della Carovana e la ristrutturazione del Palazzo dell'Orologio in corso. Piazza dove la notte si svolge un commercio abusivo di alcolici che è stato sanzionato più volte dalle forze dell’ordine e che va arginato intensificando ulteriormente i controlli".

"Ricordiamo - precisano dall'amministrazione comunale - che il global service di AVR inizia a pulire le strade del centro storico alle 5 di ogni mattina e prosegue fino ad avvenuta rimozione e pulizia di tutte le piazze e strade, con particolare riguardo ai luoghi in cui l’aggregazione è consueta. In particolare nel centro di Pisa (sia a Tramontana che a Mezzogiorno) si attiva una task-force composta da 22 operai, 3 spazzatrici e 3 idropulitrici che raccolgono le bottiglie e la spazzatura lasciate incivilmente per terra, spazzano strade e piazze e le puliscono. In particolare a Tramontana si attivano due squadre, una parte dalla zona Duomo e l’altra da piazza Vettovaglie e Sant’Omobono, le prime che devono essere pulite per consentire l'inizio del mercato della mattina, per poi proseguire in Piazza Cavalieri. La durata dell’intervento dipende dalla quantità di spazzatura da rimuovere".
"Ogni sera inoltre, dalle 19 - prosegue il Comune - vengono posizionati nelle piazze 22 bidoni della spazzatura aggiuntivi: 10 in Piazza dei Cavalieri, 6 in Piazza Sant’Omobono e 6 in Piazza delle Vettovaglie. I bidoni vengono rimossi la mattina al passaggio degli operatori. Nonostante questa possibilità data a tutti, molti continuano a lasciare le bottiglie per terra, danneggiando l’immagine della città".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Casting, a Pisa arriva 'L'amica geniale': si cercano comparse

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Caso Ragusa, la Cassazione conferma: Logli condannato a 20 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento