Vendita abusiva di alcolici: il Dsu Toscana rimuove i carrelli al Polo Carmignani

Avviata la scorsa settimana dall'ente l'attività di controllo che durerà finché il fenomeno non sarà cessato. Recuperati per ora 12 carrelli

Anche il Dsu Toscana diventa parte della lotta all'abusivismo. Dal week-end scorso è iniziata l'attività di controllo e rimozione dei carrelli che vengono utilizzati dai venditori per trasportare gli alcolici in Piazza dei Cavalieri e nel centro storico durante la movida serale e notturna.

L'ente, che nell'area del Polo Carmignani ha i suoi uffici e la residenza universitaria Fascetti, ha disposto che la ditta incaricata della pulizia di tali spazi provveda costantemente a rimuovere i suddetti strumenti, tagliando le catene ove necessario, per poi collocarli in un'apposita aerea in attesa del loro ritiro da parte dei supermercati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività è iniziata lo scorso fine settimana ed ha già portato al ritiro di 12 carrelli. "Tale rimozione - scrive il Dsu - continuerà anche nei prossimi giorni fino a quando il fenomeno non sarà cessato, al fine di garantirne maggiore decoro nell'area, il vivere civile e la legalità, ma anche per suggerire un uso degli alcolici che rispetti uno stile di vita appropriato per sé stessi e per gli altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

Torna su
PisaToday è in caricamento