Via Maggiore di Oratoio, ecco le ruspe: rimozione rifiuti al campo nomadi

L'operazione è iniziata mercoledì mattina. L'assessore Bonanno: "Stiamo seguendo i tempi stabiliti per restituire quest’area alla legalità"

E' iniziata questa mattina, da parte degli operai di Avr e sotto la supervisione della Polizia Municipale, la rimozione di rifiuti pericolosi e dei resti di baracche abusive abbattute nel settembre scorso al campo rom di Ospedaletto in via Maggiore di Oratoio. L'operazione è coordinata dalla Direzione Ambiente del Comune con il compito della asportazione dei rifiuti e definizione di un piano di ripristino e bonifica ambientale dell’area. Viene quindi rispettata la tempistica, indicata dalla Giunta comunale a fine novembre scorso, che prevede la "definitiva chiusura" di quest’area.

Sul luogo l’assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno che ha voluto verificare di persona la situazione dell’area. "Stiamo seguendo i tempi stabiliti per restituire quest’area alla legalità - dichiara Giovanna Bonanno - insieme all’assessore Gianna Gambaccini lavoriamo per provvedere quanto prima allo smantellamento di questo campo che è uno degli insediamenti abusivi più grandi della Toscana. In questa fase gli operatori si stanno occupando della rimozione dei materiali e smaltimento di rifiuti pericolosi che sono stati trovati al suo interno, compreso eternit".

Attualmente nel campo di Ospedaletto sono presenti circa 300 persone, di cui il 55 per cento costituito da minorenni. La Direzione sociale del Comune sta, intanto, effettuando “una ricognizione delle situazioni presenti e una progettazione di interventi socioassistenziali”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Come diceva il grande Alberto Sordi: "a ho! Ma chi paga?." Io il conto lo farei saldare, con prelievi forzati dai loro c/c, agli esponenti della ex giunta a guida Sig. Filippeschi che con il loro permessivismo e buonismo hanno permesso il verificarsi dell' attuale situazione

  • Non capisco cosa li teniamo a fare in Italia, a scuola i figli li mandano ad intermittenza come le lucine di Natale, rubano, sporcano, borseggiano sul pullman, mah più che le case gli metterei a disposizione i pullman per rimandarli a casa sua. Saranno nati pure in Italia ma li manderei comunque a casa loro

    • E' semplice da capire, la loro casa e' in Italia.

  • ...la soluzione studiata dal comitato appositamente preposto sia quella di spedire il tutto nel cascinese....

  • Tranquillo tanto nelle case mica ci vanno!

  • Interventi socio assistenziali. Tradotto prosaicamente = case popolari per questa mandria di ladri e parassiti. E gli italiani onesti....ISEE troppo alto! Niente casa popolare. Olè.

  • Ruspa

  • e stato un ricovero di ladri ....hanno inquinato danneggiato rubato e mai pagato niente ......e ora i servizi sociali x cosa? .......

  • E dovete ma butta giù tutto quello schifo

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Piazza XX Settembre: inaugurato il defibrillatore sotto la torre dell'Orologio

  • Cronaca

    Controlli notturni dei Carabinieri a Pisa: un arresto e 6 denunce

  • Cronaca

    Via Carducci "bazar senza regole" per Confesercenti: "Venga pedonalizzata"

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Conte Fazio: auto resta in bilico su due ruote

I più letti della settimana

  • Donna investita sulla linea ferroviaria Viareggio-Pisa: ritardi alla circolazione

  • Lascia lo zaino sul sedile dell'auto mentre porta il bimbo all'asilo: torna e trova il vetro spaccato

  • Morta a 29 anni per un malore: commosso addio a Rachele

  • Night Club con lavoratori in nero e ragazze senza permesso di soggiorno

  • Trovato privo di sensi lungo l'argine dell'Arno

  • Anche a Pisa la spesa si fa...online

Torna su
PisaToday è in caricamento