Rissa al bar: volano calci, pugni e...sgabelli

Un'accesa lite a Cascina. Un uomo è rimasto ferito, mentre anche due Carabinieri sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso

Rissa la notte scorsa, tra martedì 11 e mercoledì 12 giugno, in un bar di Cascina. Protagonisti dell'accesa lite un gruppo di extracomunitari, tutti in evidente stato di ebbrezza alcolica. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Navacchio che hanno arrestato un marocchino 27enne per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e rissa.

L'uomo, insieme ad altri due connazionali, dopo aver violentemente aggredito con calci e pugni, per futili motivi, un altro marocchino, si è scagliato contro i militari intervenuti lanciando verso di loro prima uno sgabello e poi opponendo violenta resistenza. E' stato in seguito immobilizzato e arrestato. 
Lo straniero aggredito, marocchino 42enne, è stato trasferito presso l’ospedale Cisanello di Pisa, dove gli è stato riscontrato un trauma cranico, con una prognosi di 30 giorni. Anche due dei Carabinieri intervenuti sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche, riportando lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.
L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo previsto per oggi.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 17 e 18 agosto

Torna su
PisaToday è in caricamento