Risse in centro storico nella notte: "Troppa incertezza in vista della stagione turistica"

Nuovi episodi di violenza sabato fra Vicolo delle Donzelle, Piazza Garibaldi e Piazza Vettovaglie. Il titolare del Bazeel: "Non sappiamo se assumere stagionali, chiederemo incontro al sindaco"

Un'altra notte di sirene e violenza, nel periodo - in teoria - più tranquillo dell'anno dal punto di vista della movida. Fra sabato 2 e domenica 3 marzo la Polizia è intervenuta più volte per ristabilire l'ordine a seguito di scontri fra balordi, nell'area ormai nota di Vicolo delle Donzelle. Non sono mancati nemmeno gli atti vandalici "per sfogarsi" contro le vetrate del Bazeel di Piazza Garibaldi.

"Siamo assediati - racconta il titolare Dario De Nigris - quella di sabato è stata la solita battaglia. La prima rissa è partita verso mezzanotte, fra tre ragazzi africani fuori dal locale, poi si è spostata a quello accanto, fino ad arrivare al tabacchi, dove è intervenuta la Polizia. Poi ancora in Piazza Garibaldi, con altri individui. Infine mentre parlavamo con gli agenti, sono arrivati dei ragazzi correndo e chiedendo aiuto, perché c'erano uomini in Vettovaglie che litigavano coltelli alla mano. Personalmente mi sono ritrovato l'esterno del retro del locale devastato, hanno tirato delle bottiglie rompendo i vetri".

Una situazione che preoccupa molto l'esercente: "I mesi invernali di solito erano tranquilli, in centro storico ora vedo un peggioramento, un brutto segnale in vista della stagione turistica, quando cioè ci saranno più persone in giro. Personalmente siamo zoppi: è il momento in cui si programmano offerta turistica e assunzioni di stagionali, e non so cosa fare. Chiederemo come esercenti un incontro al sindaco, per sapere cosa si intende fare per il prossimo futuro". "Non voglio attaccare l'amministrazione - precisa De Nigris - o le forze dell'ordine. Quest'ultime fanno un grande lavoro, se sabato la situazione non è degenerata è stato per il loro pronto intervento. E' però difficile lavorare in questo contesto: spaccio ad ogni ora, risse, volanti della Polizia... Vorremmo sapere come si intende affrontare questi problemi, perché a rischio, oltre che l'incolumità delle persone, ci sono decine di posti di lavoro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento