Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gioielli e preziosi rubati ritrovati in un appartamento: "Chi riconosce propri beni contatti la Questura"

L'appello della Polizia di Stato per rintracciare i proprietari degli oggetti probabilmente rubati nelle abitazioni durante il periodo natalizio

 

Quando sono entrati nel B&B gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pisa si sono trovati di fronte ad una ingente quantità di monili, bracciali, ciondoli e catenine, orologi e penne di lusso, borse griffate, il tutto nascosto nei vari ambienti della casa. A far scattare la perquisizione nel tardo pomeriggio di sabato 4 gennaio l'avvistamento da parte di una pattuglia della Polizia di Stato di tre presenze sospette che si aggiravano a bordo di una Fiat Punto nel quartiere di Porta a Lucca.

I poliziotti hanno subito invertito la marcia ed hanno iniziato un’attività di pedinamento per capire le reali intenzioni del gruppo. All’altezza di un’abitazione in via di Gello, l’autista della Punto ha arrestato la marcia. A quel punto i poliziotti sono intervenuti bloccando il veicolo per procedere ad un controllo.

Visto l’elevato nervosismo manifestato dagli occupanti, tre albanesi trentenni, tutti con precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, gli agenti hanno effettuato una perquisizione personale, che ha portato al rinvenimento, nella tasca di uno dei tre, di 2.800 euro in contanti, oltre alle chiavi di un B&B, collocato proprio di fronte al luogo dove gli agenti avevano fermato il gruppo sospetto.

A quel punto, è scattata la perquisizione. Entrati nell’abitazione, gli uomini della Squadra Mobile hanno scoperto una piccola Eldorado, fatta di decine e decine di monili e altri oggetto di valore. Inoltre, all’interno dell’abitazione, sono state trovate due ricetrasmittenti, due paia di guanti e numerose torce, kit normalmente utilizzato da chi commette furti in abitazione.

Secondo gli elementi al momento al vaglio della Polizia, è ritenuto che questi oggetti siano il provento di alcuni furti commessi a Pisa e provincia in un periodo che va dal 31 dicembre 2019 alla notte del 4 gennaio 2020.

Tutti gli oggetti sono stati sottoposti a sequestro. La Polizia di Stato fa appello a tutti i cittadini che fossero stati vittime di furti in quelle date a verificare il video pubblicato che offre una panoramica generale degli oggetti rubati. Qualora riconoscessero un proprio bene, possono contattare la Questura di Pisa - Uffici della Squadra Mobile - Sezione Antirapina al numero 050-583511.

Potrebbe Interessarti

Torna su
PisaToday è in caricamento