menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcalendarcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcasesunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsiuslock-openlog-outeditfiletrophy

Roberta Ragusa: un pigiama rosa ritrovato nei boschi di Montaione

Una cercatrice di funghi di San Miniato ha avvisato il quotidiano Il Tirreno: i Carabinieri hanno effettuato un sopralluogo per comparare gli abiti ritrovati con quelli della donna scomparsa da San Giuliano Terme

I pantaloni di un pigiama, rosa, abbandonati nel bosco a Montaione (Firenze). Subito nella mente di una cercatrice di funghi di San Miniato appare l'immagine di Roberta Ragusa e di quel pigiama rosa che sembrerebbe mancare da casa e su cui, in un primo momento, si concentrarono le ricerche degli inquirenti, quando l'ipotesi di allontanamento volontario, nel cuore della notte, con gli abiti tipici di una persona che si alza dal letto, sembrava la pista principale da seguire.

Una signora ha segnalato la presenza di abiti tra gli alberi al quotidiano Il Tirreno che ha immediatamente avvertito i Carabinieri: ieri il sopralluogo per confrontare i vestiti ritrovati con quelli di Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio dalla sua villetta di Gello di San Giuliano Terme. Scarpe, maglia, slip, reggiseno, una cravatta e poi quei pantaloni rosa che subito fanno pensare alla mamma svanita nel nulla, della quale non si hanno più notizie dopo falsi avvistamenti, ricerche senza esito e indagati per omicidio.

Con molta probabilità quei vestiti non hanno niente a che fare con Roberta, ma certo vale la pena anche battere questa pista.

Intanto gli amici di Roberta hanno costituito un'associazione, che conta già un centinaio di aderenti: l'obiettivo, anche con il fondamentale supporto di uno psicologo, un criminologo e un avvocato, è quello di tracciare un profilo della donna scomparsa da consegnare poi in Procura con la speranza che possa essere in qualche modo utile alle indagini.



Commenti (7)

  • Avatar anonimo di lIA
    lIA

    Interrogate bene il marito e la suocera!TUTTI I GIORNI!!!!

  • Avatar anonimo di patrizia
    patrizia

    Bisogna mettere sotto torchio il marito!!!!!

  • Avatar anonimo di lori
    lori

    Ancora una volta hanno perso troppo tempo, ricerche inutili, il marito sa bene cosa è successo alla moglie, se l'inceneritore è il mezzo usato non la troveranno mai. Una donna come Roberta non sarebbe mai andata via da casa così lasciando i figli.

  • Avatar anonimo di luisa
    luisa

    ma il marito lo stanno controllando in ogni gesto da quando e' sparita Roberta? e quando lo mettono sotto torchio? cosa aspettanop ancora? e all'inceneritore hanno controllato e fatto l'impossibile per cercare Roberta? spero che si sblocchi questa storia, troppo tempo perso ... e non si cpaisce il perche'?!!?...........

    • Avatar anonimo di R: Roberta Ragusa: un pigiama rosa ritrovato nei boschi di Montaione
      R: Roberta Ragusa: un pigiama rosa ritrovato nei boschi di Montaione

      anc h'io penso che dovrebbero torchiare il marito e la signorina amante che tanto è innamorata!!

    • Avatar anonimo di rita
      rita

      penso che lo stanno controllando...cmq tutto un mistero mi e venuta un'idea avranno controllato bene tutta la casa? pare sia grandissima come edificio, hanno controllato dentro gli intercarpedini? potrebbe essere un posto ideale senza uscire di casa

      • Avatar anonimo di nadia
        nadia

        perchê sono andati all elba il marito e il suocero.?.era di notte?non si mai che non abbiano buttato il corpo in mare.

Più letti della settimana

Torna su