Rotatoria di San Piero a Grado, progetto 'in stallo': da 2 mesi è fermo al Ministero

Solo dopo l'approvazione definitiva del progetto da parte del Ministero si potrà procedere con l'affidamento dei lavori. Serfogli: "Pressioni sui parlamentari per accorciare i tempi"

La manifestazione di luglio scorso per chiedere una nuova rotatoria

L'auspicio è che nelle prossime settimane il Ministero delle Infrastrutture possa approvare definitivamente il progetto esecutivo presentato da Salt a novembre scorso, solo allora si potrà procedere con l'affidamento dei lavori e partire con la realizzazione dell'opera. Al momento, però, la situazione è in una fase di stallo, nonostante i contatti con il Ministero e le 'pressioni' esercitate dal Comune sui parlamentari del territorio, primo tra tutti Federico Gelli che sulla vicenda ha sempre tenuto vivo l'argomento nelle 'sedi romane'. Insomma per la realizzazione della rotatoria di San Piero a Grado mancano ancora dei tempi certi.

E' quanto emerso nel corso della seduta di ieri, giovedì 9 febbraio, del Consiglio Comunale grazie ad un question time sull'argomento presentato dal consigliere di Noi Adesso Pisa, Maurizio Nerini. "Durante la manifestazione del 16 luglio scorso - ha affermato Nerini - alla quale ho partecipato convintamente con lo slogan 'Rotatoria Subito!', il sindaco annunciò che il 'Cipe' aveva  deliberato il finanziamento per la rotatoria. Ora vogliamo sapere quando si aprirà il cantiere dei lavori. I cittadini hanno diritto di sapere e di controllare".

Question time a cui ha risposto l'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Serfogli. "Come sapete l'opera è stata progettata da Salt - ha detto Serfogli - ed è stata sottoposta al Cipe che ha dato parere favorevole. Il progetto è stato poi inviato a novembre scorso al Ministero dei Trasporti che ora dovrà approvarlo definitivamente. Una volta che questo avverà 'la palla' passerà nuovamente a Salt, ente concessionario dell'opera, che dovrà poi partire con le procedure di affidamento". Insomma si profilano tempi non proprio strettissimi. "Il progetto - ha continuato l'assessore ai Lavori Pubblici - è fermo al Ministero da quasi 2 mesi e mezzo. Mi sono attivato presso Gelli perchè interloquisse con il capo di gabinetto del ministro per fare pressione e accorciare un pò i tempi per l'approvazione. Mi auguro che questo possa avvenire nelle prossime settimane".

Una risposta che non ha completamente soddisfatto il consigliere di Nap. "Spero davvero che i tempi si accorcino - ha detto Nerini - e che non si vada ad intaccare la stagione estiva. Se così fosse - ha rilanciato Nerini - invito nuovamente il sindaco ad adottare una 'ordinanza contingibile e urgente' per la costruzione della nuova rotatoria. Nel frattempo spero che non ci siano altri incidenti, ma la speranza da sola non basta". Una soluzione però irrealizzabile secondo l'assessore ai Lavori Pubblici. "Mancano i presupposti per poter adottare un provvedimento del genere - ha concluso Serfogli - perchè anche se pericolosa la rotonda risulta essere perfettamente a norma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento