Castelfranco: 410mila euro per la rotonda all'incrocio della via Francesca bis

Il finanziamento complessivo permetterà l'intervento tanto atteso, che va a sostituire il semaforo

Potrà finalmente essere realizzata una rotatoria sull’incrocio tra la SP 66 (Francesca Bis) e la SP 34 (Castelfranco-Staffoli), meglio conosciuta come via Usciana, a Castelfranco di Sotto. Si tratta di un intervento di messa in sicurezza di uno snodo fondamentale per la viabilità del Comprensorio del Cuoio, sul quale il Comune sta lavorando da tempo. L’intervento previsto andrà dunque a sostituire l’attuale impianto semaforico che nel corso degli anni è stato testimone di lunghe file nelle ore di punta e numerosi incidenti.

La progettazione della rotonda nasce come prosecuzione della pista ciclopedonale di via Usciana e la realizzazione del completamento del tratto mancante fino al centro storico di Castelfranco. Grazie a questa connessione, il progetto ha ottenuto un importante contributo da parte della Provincia di Pisa e della Regione Toscana.

Il progetto complessivo ammonta ad un costo di circa 410mila euro dei quali: 100mila saranno impegnate dal Comune di Castelfranco di Sotto, altre 100mila dalla Regione Toscana e 210mila da parte della Provincia di Pisa. Il finanziamento regionale arriva a seguito della partecipazione al Bando 2019 per la sicurezza stradale che ha visto investire su tutto il territorio toscano 4 milioni per interventi sulle strade urbane, suddivisi in 52 interventi finanziati.

"Questo intervento permetterà un cambiamento fondamentale nella viabilità di Castelfranco, in un punto nodale per tutto il Comprensorio del Cuoio - ha commentato il sindaco Gabriele Toti - la realizzazione di quest’opera rappresenta una necessità che come Comune avevamo già evidenziato in più occasioni. E' grazie a un lungo lavoro, durato circa tre anni, che siamo riusciti a dare finalmente il via all’intervento. Questo incrocio è di fondamentale importanza per il territorio, sia per le persone che lavorano nel vicino distretto industriale, sia per coloro che ci abitano. Certamente questo finanziamento permetterà di realizzare una rotatoria che renderà più fluido il flusso di transito, intervenendo in uno snodo che già più volte è stato teatro di incidenti".

"Il progetto che andremo realizzare è il frutto di una collaborazione attiva tra la Provincia e il Comune - ha dichiarato il presidente della Provincia Massimiliano Angori - che ha permesso di ottenere il finanziamento regionale sul bando per la sicurezza stradale. Come Provincia, ente proprietario delle strade interessate, spetta a noi procedere all’affidamento dei lavori, finanziando l’intervento con una somma considerevole pari a 210mila euro. La Provincia di Pisa, dunque, continua in modo costante il proprio impegno per garantire a Comuni e cittadini servizi importanti e strategici, come quello di una viabilità moderna e sicura".

"L’obiettivo dell’amministrazione era quello di realizzare quest’opera per Castelfranco e per i lavoratori che ogni giorni si trovano bloccati in fila su questo incrocio - ha aggiunto Federico Grossi, vicesindaco e assessore alla mobilità sostenibile - è una risposta che diamo a tutto il circondario. Dopo anni di coinvolgimento dei vari enti, siamo riusciti a portarla in porto".

Cronoprogramma

Secondo il piano dei lavori, l’intervento di realizzazione della rotonda dovrà essere appaltato entro fine marzo 2020 e i lavori dovranno essere effettuati dal 1° maggio entro il 1° dicembre 2020. In questa opera sarà già realizzato un tratto della pista ciclopedonale per dare modo di attraversare l’incrocio in sicurezza.

La realizzazione del resto della ciclopista che collegherà il centro storico con le Cerbaie, sarà fatta nel 2021 grazie al contributo della Regione Toscana.

Il costo complessivo della riqualificazione della pista ciclopedonale di Via Usciana e il completamento del tratto mancante fino al Centro Storico ammonta a 476.000 euro di cui l’80% sarà finanziato da risorse regionali e i restanti 95.000 euro saranno a carico del Comune di Castelfranco di Sotto.

“Con questo progetto complessivo abbiamo voluto integrare la sicurezza stradale con la mobilità sostenibile, un binomio perfetto per la viabilità del futuro”, hanno concluso Toti e Grossi.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 ottobre

Torna su
PisaToday è in caricamento