Mistero Salvatore Mannino: l'imprenditore 'smemorato' è rientrato in Italia

Il 52enne è atterrato a Pisa insieme alla famiglia la sera di martedì. Si indaga per capire cosa gli sia successo

Serve ancora tempo per gettare luce sulla vicenda che ha coinvolto l'imprenditore Salvatore Mannino, scomparso da Lajatico lo scorso 19 settembre nel mistero, con un biglietto cifrato di scuse. Poi la ricomparsa ad Edimburgo, Scozia, senza che ricordasse, pare, nemmeno l'italiano. Ieri sera, 23 ottobre, l'uomo è rientrato in Italia, all'aeroporto di Pisa, in compagnia della famiglia che era andata a trovarlo una volta giunta la conferma dal suo ritrovamento. 

Mannino è stato portato in ospedale per nuovi accertamenti. La vicenda è ancora tutta da chiarire, in particolare si cercano testimoni o persone che possano aver incontrato l'imprenditore nelle 24 ore che lo hanno portato a perdere i sensi nella cattedrale della capitale scozzese. 

Il settimanale 'Oggi', domani in edicola, anticipa alcune informazioni raccolte in questi giorni. Mannino è stato ricoverato alla Royal Infirmary, nella stanza numero 14. Per evitare l'assalto di curiosi la targhetta accanto alla sua porta riportava un nome di fantasia: John Green. Secondo le informazioni del giornale l'imprenditore viene descritto loquace ed attivo, diversamente dai primi momenti, in cui veniva descritto non in grado di parlare, camminare o riconoscere i familiari.

Potrebbe interessarti

  • Estate in spiaggia ma occhio agli altri: ecco il bon ton del Codacons

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

  • Due lievi scosse di terremoto a Castelnuovo Val di Cecina

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

Torna su
PisaToday è in caricamento