Lajatico: esce di casa senza cellulare e portafoglio e scompare

Salvatore Mannino, detto Salvo, non ha lasciato tracce dopo che mercoledì mattina intorno alle 8 si è allontanato a bordo della sua auto

Manca da casa da mercoledì mattina, 19 settembre, Salvatore Mannino, scomparso da Lajatico. I familiari lo hanno visto per l'ultima volta intorno alle 8, allontanarsi con la propria auto, una Dacia Logan di colore bianco, targata FC012NT.

Salvo, come è chiamato Mannino, ha 52 anni, è alto circa 1,75 m, pesa circa 75 kg, ha capelli rosso/castani e potrebbe avere una leggera barba rosso-biancastra. L'uomo, che gestisce una cooperativa di servizi assistenziali con sede a Fucecchio, porta occhiali o lenti a contatto. Nessun problema di rilievo è noto ai familiari. Da mercoledì mattina non ha più dato alcun contatto ed ha lasciato telefonino e portafogli a casa, portando con sé solamente la carta d’identità. Chiunque abbia notizie o lo abbia visto può contattare i Carabinieri di Terricciola presso i quali la famiglia ha sporto denuncia.

Tra le ipotesi al vaglio dei familiari e degli investigatori la possibilità che Mannino sia andato all'estero.

salvatore mannino-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Poveraccio

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Voli sopra la città: raccolte oltre 1500 firme per chiedere la fine dell'inquinamento acustico

  • Cronaca

    Il Gruppo Leonardo presenta AWHERO, un elicottero tutto 'pisano'

  • Cronaca

    Case popolari, parapiglia a Sant'Ermete: feriti due vigili urbani

  • Politica

    Caso Laurora: la maggioranza si spacca sulla richiesta di dimissioni

I più letti della settimana

  • San Giuliano Terme: cadavere ritrovato vicino ad un fosso

  • Cadavere impiccato a San Giuliano Terme: è suicidio

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Incidente a Migliarino: auto fuori strada dopo l'impatto

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

Torna su
PisaToday è in caricamento