Scarichi di liquami del circo, nuova denuncia: "Sono abusivi, faremo esposto in Procura"

L'associazione AnimAnimale torna a segnalare il caso, già accaduto con gli spettacoli itineranti negli anni scorsi

L'associazione AnimAnimale Onlus torna a denunciare, come ha già fatto negli anni 2016 e 2017, la pratica di scarichi abusivi da parte dei circhi che stazionano periodicamente in città. In questo caso si riferisce al Circo Medrano attendato nella zona adiacente ad Ikea. 

"Già nel 2016 la nostra associazione - scrive AnimAnimale - in seguito all'attendamento del circo Millennium, in un sopralluogo aveva rivelato la presenza di scarichi abusivi a cielo aperto e successivamente nel 2017 per l'attendamento del circo Oscar e Lino Orfei a Marina di Pisa. Dopo aver fatto esposti protocollati allegando documentazione probatoria ed effettuato richieste di accesso agli atti, la Usl raccomandava esplicitamente, con invio di documentazione, il Comune di non concedere autorizzazioni a spettacoli fissi e/o itineranti in aree che non fossero servite di regolare fognatura. Purtroppo anche quest'anno le indicazioni della USL non sono state rispettate ed è stato facilmente accertabile la presenza di tubi di diverso diametro e colore, direttamente collegati agli scarichi di acque nere di camper/roulotte, convogliati a raggiungere i tombini di acqua pluviale dell'area e lo scarico di acque grigie direttamente nel fosso lungo l'Aurelia".

"Gli scarichi a cui sono collegate tali tubature - insiste l'associazione - sono scarichi di acque nere e acque grigie, per i quali i camper/roulotte possiedono serbatoi di centinaia di litri, conferendo a tali mezzi l'autonomia di raccolta per svariati giorni e che per normativa vi è fatto divieto la dispersione nell'ambiente e tanto meno negli scarichi pluviali. Attraverso tali scarichi i circensi, stanno riversando liquami in prossimità di attività commerciali e del passaggio pubblico".

Si è quindi nuovamente mossa AnimAnimale: "Abbiamo prontamente segnalato la cosa inviando una PEC ai NAS, alla Forestale, alla Questura, alla Prefettura, alla USL ed al Comune di Pisa. La USL ha effettuato un sopralluogo direttamente sul posto ed avendo accertato l'effettivo scarico abusivo ha nuovamente 'invitato' il Comune a non concedere autorizzazioni ricordando di averlo già fatto presente negli anni scorsi. Abbiamo, quindi, inoltrato formale richiesta di tempestiva verifica ai sensi ed agli effetti del D.Lgs. 152/2006 affinché si sia provveduto all'interruzione immediata dei comportamenti contrari alla legge e alla tempestiva interruzione e sanificazione igienico ambientale a spese del responsabile e all'erogazione delle sanzioni dovute per legge. Purtroppo l'intervento è stato solo di tipo sanzionatorio così come richiesto dall'ufficio Ambiente alla Polizia Municipale e non è stato, però, interrotto il proseguimento della pratica".

Ecco quindi che "insieme ad altre associazioni ambientaliste (LEAL Pisa, OIPA Pisa ed ANPANA Pisa) siamo a denunciare l'accaduto alla cittadinanza e vorremo capire come mai vengano dati i permessi a spettacoli viaggianti senza che venga controllato che essi non abbiano prima sottoscritto un contratto con ditte specializzate per lo smaltimento delle acque reflue. Per questo motivo l'associazione AnimAnimale Onlus provvederà nei prossimi giorni a depositare tutta la documentazione in suo possesso e a denunciare l'accaduto alla Procura della Repubblica affinché vengano accertate le responsabilità penali e civili".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

  • Corte Sanac: inaugurato il mercato coperto di Campagna Amica

Torna su
PisaToday è in caricamento