Santa Croce: il Polo Tecnologico Conciario dona oltre 300 paia di scarpe alla Caritas

La donazione è il risultato di due corsi professionali dedicati alla pelletteria e alla calzatura

La presentazione dell'iniziativa

E' stata presentata oggi, 2 dicembre, a Santa Croce sull'Arno, l'iniziativa 'Scarpe in cammino', promossa da Polo Tecnologico Conciario, Toscana Manifattura, Regione Toscana, Fondo Sociale Europeo, e dai Comuni del comprensorio del cuoio.

"Il progetto - ha spiegato Cristiana Bruni, dirigente della Regione Toscana - è il risultato di un percorso che parte da due corsi professionali dedicati alla pelletteria e alla calzatura e arriva fino alla consegna di 320 paia di scarpe alla Caritas di San Miniato, qui rappresentata da Don Armando Zappolini. I corsi si sono svolti dentro al Polo tecnologico Conciario, sono stati finanziati dal Fondo Sociale Europeo, e sostenuti dalla Regione Toscana. Le scarpe prodotte non potevano essere vendute, così abbiamo deciso di realizzare un packaging speciale, inserendo i marchi istituzionali per poterle donare a un ente benefico che facesse da tramite tra noi e i potenziali destinatari. Si è trattato di una vera e propria operazione di abbattimento di un muro burocratico, di cui possiamo andare fieri".

"Attraverso i corsi teorici e pratici - ha sottolineato il sindaco di Santa Croce e presidente del Polo Tecncologico Conciario Giulia Deidda - uomini e donne senza un'occupazione sono riusciti a trovare lavoro, diventando in alcuni casi anche piccoli imprenditori. E perché il prodotto materiale di questi corsi diventa un oggetto utile per chi vive in condizioni di povertà, e rappresenta anche un messaggio di speranza per poterne uscire. Non mi stupisce che sia proprio il nostro distretto il primo a realizzare un progetto di questo tipo, ma sono contenta e orgogliosa di far notare a tutti che anche stavolta siamo precursori di buone pratiche a livello regionale".

Presente all'iniziativa anche la consigliera regionale del Pd, Alessandra Nardini. "Formazione e solidarietà - ha detto la Nardini - si incontrano in modo virtuoso. È davvero bellissimo che il cammino formativo di alcuni possa proseguire in un cammino solidale verso un futuro di speranza per altri. Questo prezioso esempio ci ricorda inoltre dell'importanza dei fondi europei e di un loro adeguato utilizzo da parte delle istituzioni locali. Da questo punto di vista la Toscana si conferma una Regione solidale, capace di investire nel sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna vuole buttarsi dal viadotto a Porta a Mare: salvata

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento