Scuola Sant'Anna: arriva il canale tv dedicato all'orientamento universitario

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Tempo di esami di maturità e di scelta della facoltà universitaria: qualche suggerimento per gli studenti e per le loro famiglie arriva dalla Scuola Superiore di Pisa, dove si è aperta la 18esima edizione della Scuola estiva di orientamento, promossa insieme alla federata scuola superiore Iuss di Pavia, che da lunedì 4 luglio debutta sul digitale terrestre (ch 187 in Toscana) con il primo esperimento di canale dedicato 24 ore su 24 a lezioni, incontri, tavole rotonde per avvicinarsi al mondo universitario. “Tele Orientamento”, realizzato in collaborazione con l’emittente GranducatoTv di Livorno, è il primo esperimento di questo genere in Italia e sarà una “temporary tv”, attiva fino all’8 luglio per seguire da casa la 18esima edizione della scuola estiva di orientamento. Saranno trasmesse 28 lezioni universitarie, altrettanti momenti di confronto, i tg che riassumeranno i momenti salienti di ogni giornata e i talk show che andranno in onda in diretta su GranducatoTv, sul ch14 del dgtv in Toscana, mercoledì 29 giovedì 30 giugno, mercoledì 6 e giovedì 7 luglio dalle ore 17.00.

La Scuola Superiore Sant’Anna presenta vara dunque l’orientamento 2.0, per offrire un servizio anche a chi non partecipa alla sua Scuola estiva, che riunisce a Pisa fino a venerdì 8 luglio un totale di 190 studenti che hanno concluso il quarto anno delle superiori, scelti su mille candidati da tutta Italia. L’orientamento al tempo dei social è multicanale e on demand: accanto alla tv e ai social con #orientatilamente su Facebook e Twitter, il canale di YouTube è disponibile la piattaforma www.scuolaestiva.it , dove sarà possibile rivedere le lezioni del 2015 e del 2016 in ogni momento. “La scelta della facoltà universitaria è un momento cruciale per le famiglie e per gli studenti – commentano il rettore Pierdomenico Perata e il suo delegato all’orientamento Luca Sebastiani – e per questo non vogliamo che restino sole a decidere, ma vogliamo fornire loro gli strumenti adeguati per una scelta che coincida con un momento di crescita personale oltre che di successo negli studi. Ovviamente non è fondamentale che i partecipanti si iscrivano, tra un anno, al concorso per entrare in una scuola universitaria superiore ma che scelgano bene gli studi all’università”.

Risorse genetiche e cambiamenti climatici; biotecnologie; mente, cervello e cuore; frontiere della tecnologia come la robotica e le nanotecnologie per la salute e per il futuro sostenibile; un excursus più ampio sul concetto di rischio sono gli argomenti sono al centro delle due settimane della Scuola estiva a Pisa, illustrati da docenti e ricercatori delle due scuole universitarie superiori. Il panel dei relatori è completato da docenti e ricercatori della Sant’Anna, della Normale e del federato Iuss Pavia

I partecipanti ai due moduli didattici, previsti a Pisa tra il 27 giugno e il primo luglio e tra il 4 luglio e l’8 luglio, sono stati individuati partendo da un bacino di circa mille candidati segnalati dalle scuole che frequentano e selezionati sulla base di parametri che, accanto alla valutazione dei risultati scolastici, affiancano quelli del profilo personale dello studente. Il rispetto di questio parametri ha permesso di garantire un’equilibrata rappresentatività delle regioni italiane, delle scuole di provenienza e dei possibili interessi per il mondo universitario. Anche questa diciottesima edizione ha un carattere residenziale e non comporta nessuna spesa per i 180 partecipanti. In questa doppia “full immersion”, gli allievi della Scuola estiva di orientamento vivono il primo contatto con il mondo universitario, anche in previsione di un possibile percorso di eccellenza, partecipanto tra un anno al concorso per una scuola universitaria superiore.

Torna su
PisaToday è in caricamento