Educazione e mense scolastiche: al servizio pensano i bambini

Il progetto 'La mensa e i bambini' lanciato all'Istituto Comprensivo Gamerra vede i piccoli studenti partecipare alle attività di sporzionamento e pulizia, momento divertente e al pari di responsabilità

"All'inizio noi aiutavamo le signore della mensa, poi ci hanno spiegato che, per ragioni di sicurezza e igiene, non potevamo farlo. Ma a noi piaceva aiutare, sentirci partecipi e responsabili. Siamo in grado di farlo, possiamo organizzarci". A parlare sono Lisa, Greta e Amalia, responsabili del progetto 'La mensa e i bambini' attivo dal 21 settembre nelle scuole dell'Istituto Comprensivo Gamerra (Scuola Don Milani, Scuola Moretti, Scuola Baracca e sede centrale della Gamerra).

Il progetto recepisce le indicazioni nazionali che prevedono "l'educazione alla cittadinanza promossa attraverso esperienze significative che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell'ambiente e che favoriscano forme di cooperazione e di solidarietà". Il progetto pisano consente una piena partecipazione dei bambini al momento del pasto, durante il quale aiutano le sporzionatrici nella distribuzione del cibo, tengono d'occhio le eventuali carenze e poi sparecchiano. Tutto è previsto in un mansionario codificato ed i compiti sono ben distribuiti sotto l’attenta supervisione degli insegnanti.

"Visto che tutti volevamo farlo abbiamo scritto una lettera all'assessora che prima ci ha ricevuto e ci ha fatto spiegare il progetto - raccontano le responsabili elette dall'assemblea di classe - poi ha organizzato una riunione con noi, i responsabili della Elior, e funzionari dell'ufficio del Comune, i genitori e gli insegnanti. Alla fine, dopo molto tempo siamo riusciti ad organizzare un progetto scritto che ci consente, in sicurezza, di aiutare e di velocizzare tutto il servizio".

"Il progetto funziona - ha spiegato l’Assessora Marilù Chiofalo che si è recata alla scuola Don Milani per vedere i piccoli all'opera - ed è estensibile a tutte le scuole cittadine (sono circa 3500 gli studenti iscritti al servizio) che ne faranno richiesta. E' nato da una proposta dei/delle bambine della Don Milani ed abbiamo cercato di aiutarli a realizzarlo coinvolgendo tutto il sistema e alla fine inserendolo nei nuovi capitolati d'appalto della mensa. Di fatto si tratta della prima volta in cui un bando di gara ed un capitolato recepiscono una proposta fatta direttamente dai bambini che hanno così introdotto un cambiamento duraturo per tutti ed un cambiamento culturale per il Comune e per la Ditta che dovrà occuparsi della refezione. Il progetto dunque fa parte della gara d'appalto in corso per l'attribuzione del servizio mensa, una gara da 16 milioni di euro per 5 anni. Vista l'intraprendenza di questi studenti stiamo anche pensando di chiedere loro di elaborare un altro progetto che prevede la loro partecipazione alla Commissione Mensa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento