Sicurezza in zona stazione: sede operativa della Municipale alla Snai

Accordo trovato fra il gestore del punto scommesse ed il Comune: uno dei locali nella Galleria Gramsci B fungerà da base per le operazioni delle forze dell'ordine

Al posto della scritta 'Snai' campeggerà quello di 'Polizia Municipale'. Il sindaco di Pisa Michele Conti ha annunciato stamani, 4 dicembre, proprio in Galleria Gramsci B, che uno dei locali dell'agenzia di scommesse sarà 'prestato' (gratis) dal gestore al Comune per essere destinato ai vigili, al fine di essere usato come base per le attività ordinarie, sia quindi come appoggio che per necessità operative.

Di fatto la sede va a sostituire il mezzo mobile finora utilizzato dalla Polizia Municipale come presidio. Non avrà personale dedicato, né sarà aperto per il servizi al cittadino, ma non è escluso che il suo ruolo possa evolversi in questa direzione. Si parte ad anno nuovo. "La misura - ha spiegato il sindaco - ha lo scopo di proseguire la riqualificazione del quartiere, che non riguarda quindi solo parcheggi, arredi e verde urbano. La nostra speranza è che questo spazio possa diventare punto di incontro fra le forze dell'ordine. Ringrazio Area Scom per la disponibilità. E' stata in passato additata come una causa dei problemi, anche se a dire il vero qua c'era un'agenzia scommesse fin dal 1933. Il nostro metodo è quello di fare uno sforzo tutti insieme per migliorare la situazione, per questo mi rivolgerò ora a Ferrovie e Generali, i grandi proprietari, ma l'appello vale anche per quelli piccoli: avere attività qualificate nei propri fondi conserva e fa anzi aumentare il loro valore, facendo del bene alla città".

"Siamo concessionari di Stato con la licenza - ha detto il titolare di Area Scom Maurizio Ughi - metterci a disposizione è doveroso, siamo con il Comune in questo lavoro di recupero della zona. Quando c'è il dialogo le soluzioni si trovano".

Proprio con i proprietari privati delle gallerie ci sarà da parlare per nuovi interventi di riqualificazione: "Pensiamo a tinteggiatura, illuminazioni e rifacimento della pavimentazione. Faremo ciò che possiamo per nostra competenza, ma c'è da trovare un accordo". Altro punto è la presenza dei banchi del mercato, oggetto di discussione fra le associazioni di categoria, con il punto di vista di Confcommercio e quello di Confesercenti. Conti risolve la diatriba: "I commercianti che si sono messi in gioco sono solo da ringraziare, sono stati degli eroi a venire a lavorare in questo contesto difficile. La riqualificazione però richiede che vengano spostati, troveremo una soluzione idonea". "Il mio sogno - ha concluso Conti - è quello di rivedere come negli anni '80 i loggiati eleganti e con attività di prestigio, con spazi esterni usati dai commercianti".

Il Comandante della Polizia Municipale Michele Stefanelli ha tracciato lo sviluppo del progetto: "Sono in via di definizione le dinamiche di utilizzo, ma potrà essere usato per identificazioni, fermi, assumere informazioni... un luogo di lavoro vicino a dove serve, per accorciare i tempi e rendere le operazioni più fluide. Sarà un'opportunità per approcciarsi anche ad un uso insieme alle forze di polizia, c'è da capire se si potrà arrivare ad una presenza fissa con orari di apertura e servizi". Sul tema servirà l'interlocuzione positiva con la Questura. 

Erano poi presente all'annuncio presso il punto Snai anche l'assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno e il capogruppo della Lega Alessandro Bargagna. La prima: "Degrado e insicurezza si combattono anche con queste operazioni. Siamo sulla strada giusta". Il consigliere: "Ho seguito personalmente questo progetto sin da subito e oggi sarà una tappa fondamentale di questo percorso, stiamo investendo tanto per il contrasto al degrado, continueremo su questa linea".

Soddisfatto il segretario e deputato della Lega Edoardo Ziello: "L'accordo è un trionfo per la Lega. E' da mesi che stiamo lavorando per la creazione di un presidio di sicurezza statico, oltre a quello dinamico, in questa zona e grazie a tale intesa garantiremo un controllo ancora più capillare del territorio. Questo presidio si inserisce nel più ampio programma di sicurezza e riqualificazione urbana dell'intera area. Stiamo dimostrando che la sicurezza non la facciamo a parole ma con i fatti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 ottobre

Torna su
PisaToday è in caricamento